ECLISSI LUNARE PIÙ LUNGA DEL SECOLO/ Video: il 27 luglio l’evento, ma ecco perché durerà così a lungo

Eclissi lunare più lunga del secolo, il prossimo 27 luglio tutti col naso all’insù, anche Marte sarà esposto. Uno spettacolo preannunciato quanto accadrà nei cieli fra poco più di un mese

luna_sera_cielo_pixabay_2017
L'eclissi lunare del secolo prevista il prossimo 27 luglio

L’eclissi lunare più lunga del secolo si mostrerà il prossimo 27 luglio. Questo evento è sotto la lente di ingrandimento di tantissimi scienziati che stanno studiando quello ceh accadrà, cercando di prevedere anche quelle che potrebbero essere le ripercussioni in merito. Di fatto ci troveremo di fronte a un evento particolare e da seguire con grandissima attenzione. Ma perché durerà così a lungo? La Luna si posizionerà nel punto più distante possibile della sua orbita nei confronti del nostro pianeta, che si chiama in gergo “apogeo lunare”. Si muoverà quindi più lentamente e questo permetterà allo splendido spettacolo di durare più a lungo. C’è grande curiosità da parte del pubblico, ma lo studio scientifico attorno al fenomeno sta ancora andando a lungo avanti. Sarà interessante capire quelle che saranno le conseguenze, se ci saranno, e soprattutto quale sarà l’immagine che uscirà da questa situazione. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL POTERE DI MARTE

Tra le tante curiosità legate all’eclissi lunare più lunga del secolo, che vedremo il prossimo 27 luglio e che oscurerà la terra per circa due ore, ce ne sarà una che riguarderà anche Marte. Infatti il pianeta si farà vedere anche dal nostro pianeta e sarà sicuramente splendido nel suo colore rosso in grado di tingere anche la Luna dove saranno riflessi solo i suoi raggi e non più quelli decisamente più potenti del sole. Intanto possiamo anche scoprire quando sarà la prossima eclissi lunare che sarà il 21 gennaio del 2019, ma durerà decisamente meno di quella del prossimo luglio. Sicuramente c’è grande curiosità per vedere come si presenterà questo nuovo episodio sulla nostra terra, sarà importante seguire le indicazioni che numerosi studiosi daranno anche a chi vorrà guardare da vicino proprio l’eclissi lunare più lunga del secolo. Manca ancora più di un mese e ci sarà tempo per capirne ancora qualcosa in più. (agg. di Matteo Fantozzi)

ECCO PERCHÈ LA LUNA SARÀ ROSSA

Il 27 luglio assisteremo a quella che sarà l’eclissi lunare più lunga del secolo, un evento davvero incredibile e che sta interessando gli scienziati di tutto il mondo. Uno dei particolari più interessanti è legato al fatto che la Luna apparirà a tratti rossa. Questo sarà generato a causa dello scattering di Rayleight, lo stesso effetto che ci permette di vedere il cielo azzurro di giorno e pronto a diventare rosso di sera. La terra quando è illuminata dal sole diffonde i raggi solari verso la luna e quelli che sono a noi visibili e meno attenuati dall’atmosfera sono rossi. La Luna durante l’eclissi non sarà raggiunta dalla luce diretta del sole e per questo sarà illuminata solo da quei raggi rossi che la faranno diventare di quel colore. Inoltre la Luna oltre che rossa ci apparirà anche molto più piccola del previsto perché sarà nel punto più lontano della sua orbita rispetto al nostro pianeta, in quello che si chiama apogeo lunare. Una situazione davvero molto particolare che merita molta attenzione. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL 27 LUGLIO COSÌ SARÀ IL NOSTRO SATELLITE

Gli appassionati di astronomia si avvicinano a grandi passi verso un mese, quello di Luglio, che promette di regalare grandi emozioni. L’appuntamento più importante da segnare in calendario è sicuramente quello del prossimo 27 luglio, quando cioè andrà in scena un fenomeno raro e suggestivo al tempo stesso. Già da giorni, infatti, non si fa che parlare dell’eclissi totale di Luna, ribattezzata come la più lunga del secolo. A rendere ancora più sorprendente l’evento anche la piena visibilità di Marte e la tinta rossa di cui si colorerà il nostro Satellite. Appassionati o semplici curiosi, dunque, non potranno prendere appuntamento tra le 19.13 e le 02.31 del 27 luglio: è questo l’arco orario durante il quale sarà possibile assistere, anche in Italia e ad occhio nudo, allo spettacolo in cielo, anche se la totalità dell’eclissi si avrà tra le 21.30 e le 23.14. Imperdibili però anche le eclissi parziali, entrambe di un’ora e sei minuti e che renderanno tutto può suggestivo. Se vi state chiedendo come poter assistere al meglio all’evento, il primo consiglio sempre valido quando si parla di fenomeni di questa portata è quello di scegliere un luogo il più possibile appartato dalle luci artificiali al fine di poter godere al meglio dell’esperienza astronomica. Quella del 27 luglio sarà l’ultima eclisse lunare dell’anno ma anche il giorno della nuova Luna Rossa per effetto dello scattering di Rayleight, lo stesso che ci fa apparire il cielo azzurro di giorno e rosso di sera. Rosso ma anche “mini”: così apparirà il nostro Satellite, in quanto, come spiega Amalfinotizie.it, si troverà nel punto più distante della sua orbita rispetto alla Terra. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

ECCO PERCHÉ DURERÀ QUASI DUE ORE

Il 27 luglio si terrà una nuova eclissi lunare, visibile a occhio nudo anche in Italia. Attorno all’ora di cena gli esperti assicurano che il nostro satellite “scomparirà”, con la terra che coprirà i raggi del sole, impedendo appunto alla luna di brillare. Stando alle ultime, l’eclissi dovrebbe essere la più lunga del secolo, durando infatti la bellezza di un’ora e 43 minuti. L’ultima volta che si verificò un evento simile, risale appunto al secolo scorso, al 16 luglio del 2000, quando la luna rimase in ombra per un’ora e 46.4 minuti. Ma come mai durerà così tanto questa eclissi? Sostanzialmente per due motivi. Il prossimo 27 luglio la luna sarà nel punto più distante nella sua orbita dal nostro pianeta (sarà infatti una mini luna), e in contemporanea, la nostra stessa terra si troverà nel punto più distante nella sua orbita attorno al sole. Un insieme di fattori che permetteranno appunto di godere di uno spettacolo unico per quasi due ore. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

SI TERRA’ IL 27 LUGLIO

Occhi e telescopi rivolti verso il cielo il prossimo 27 luglio. Segnatevi infatti questa data perché in quel giorno si verificherà quella che gli esperti definisco l’eclissi di luna più lunga dell’ultimo secolo. Un evento memorabile per tutti gli appassionati di astronomia ma anche per i comuni mortali, catturati appunto da quello che accadrà fra poco più di un mese. Un evento atteso con ansia visto che Marte sarà esposto e diverrà quindi visibile, e la luna si tingerà di colore rosso, grazie ai raggi del sole “riflessi” dalla terra. L’eclissi del nostro satellite sarà visibile anche nel Bel Paese, e indicativamente attorno all’ora di cena, fra le 20:20 e le 20:25, quando l’ombra della terra oscurerà completamente la luna.

VISIBILE A OCCHIO NUDO

L’aspetto piacevole è che l’evento sarà visibile anche a occhio nudo, ma è logico che con appositi cannoni telescopici sarà tutto un altro spettacolo. L’eclissi del prossimo 27 luglio inizierà precisamente in Italia dalle ore 19:13 e durerà fino alle 2:31, e avrà appunto il suo massimo picco attorno all’ora di cena, indicativamente fino alle 23:15. Questo fenomeno avviene quando la terra si trova sull’asse perfetto fra il satellite e il sole, e così facendo, la luna si oscura perché i raggi solari non riescono appunto a raggiungerla, ricevendo l’ombra del nostro pianeta. Non ci resta quindi che iniziare il conto alla rovescia e attendere questo spettacolo. Di seguito il video dell’eclissi lunare dello scorso agosto 2017



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori