Il Musichiere, di Antonello Falqui, cos’è/ Il “motivo mascherato”, i gettoni d’oro…

- Jacopo D'Antuono

Il Musichiere, altro programma di successo di Antonello Falqui: la caccia al “motivo mascherato”, i gettoni d’oro e il lauto montepremi finale…

Techetechetè
Techetechetè

Il Musichiere, il quiz musicale ideato da Antonello Falqui

Il Musichiere è stato uno dei tanti programmi di successo diretti dall’indimenticato regista televisivo Antonello Falqui. Uno show andato in onda sul Programma Nazionale di sabato sera per la bellezza di novanta puntata. Anche questo varietà era trasmesso dallo storico ‘Studio Uno’, facente parte del nuovo centro di produzione della Rai a Roma. Il programma venne affidato all’attore capitolino Mario Riva e consisteva, sostanzialmente, nel completamento di un quiz musicale.

I concorrenti che prendevano parte al programma, seduti su una sedia a dondolo, dovevano ascoltare una canzone ed una volta capito il titolare, fiondarsi su una campanella a distanza di alcuni metri per dare la risposta. Lo scopo del gioco, ovviamente, era l’accumulo di gettoni d’oro per il montepremi finale.

Il Musichiere, il motivo mascherato per aggiudicarsi il montepremi finale

Il tesoretto finale era accessibile solo a chi riusciva ad indovinare il “motivo mascherato”, ovvero quel brano eseguito all’apertura di una cassaforte che conteneva la vincita della puntata. Le canzoni erano eseguite in maniera impeccabile dall’orchestra di Gorni Kramer, con la collaborazione di un giovane Gianni Ferrio e due cantanti: Nuccia Bongiovanni e Johnny Dorelli. Quest’ultimo fu in seguito rimpiazzato da Paolo Bacilieri, perché Ladislao Sugar decise di mandare Johnny Dorelli al Festival di Sanremo, dove salì sul palco in coppia con Domenico Modugno Nel blu dipinto di blu arrivando al primo posto della classifica finale.







© RIPRODUZIONE RISERVATA