Incidenti stradali, coppia morta ad Aprilia/ Un 66enne deceduto a Bologna

- Davide Giancristofaro Alberti

Incidenti stradali: due persone anziane, marito e moglie, sono morte nella serata di ieri ad Aprilia dopo essere state investite. Una vittima anche a Bologna

Turista investita e uccisa
Ambulanza (LaPresse, 2019)

Nuovi incidenti stradali nelle scorse ore in Italia, molti dei quali, purtroppo, mortali. Uno dei più tragici ci giunge senza dubbio dalla regione Lazio, precisamente fra le località Ardea e Aprilia. Come riferiscono i colleghi di Fanpage, in via La Cogna due persone sono state investite da un’auto, un impatto violentissimo che non ha lasciato scampo alle due vittime. A morire è stata una coppia di coniugi anziani, che è deceduta pressoché sul colpo. Pochi minuti dopo si sono fiondati sul luogo dell’investimento i sanitari del 118, ma nonostante disperati tentativi, per marito e moglie non vi è stato nulla da fare. Ancora da chiarire cosa sia accaduto nel dettaglio, e non è ben chiaro quindi se le due vittime stessero attraversando la strada al momento dello scontro, o se invece fossero lungo il bordo della stessa.

INCIDENTI STRADALI: UNA VITTIMA ANCHE A BOLOGNA, UN 66ENNE

Inoltre, non è neanche chiaro se il guidatore abbia investito i due poveretti per una distrazione, per un guasto tecnico o magari per una malore. Non è da escludere anche un investimento a causa della scarsa illuminazione della via. In queste ore il conducente verrà sottoposto a tutti i test di rito per escludere ipotesi come l’alcol o la droga, esami di routine a cui si sottopongono tutti gli automobilisti ogni qual volta si verifica un incidente stradale. Un’altra vittima a Lovoleto, in provincia di Bologna, precisamente fra il comune di Castel Maggiore e il confine con Granarolo e Minerbio. In questo caso a perdere la vita è stato un uomo di 66 anni, che nella giornata di ieri, mentre percorreva la Porrettana, ha perso il controllo del proprio mezzo, finendo fuori strada. La vittima è stata soccorsa in condizioni disperate e trasportata all’ospedale più vicino con l’elicottero, ma anche per lui non vi è stato nulla da fare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA