IRAN “CENSURA” ANDREA STRAMACCIONI/ Ma il suo presidente rassicura: “Tutto risolto”

- Dario D'Angelo

L’Iran “censura” Stramaccioni: nuovo capitolo nella querelle dell’allenatore italiano bloccato in aeroporto a Teheran mentre tentava di tornare in patria.

stramaccioni 2019 yt
Andrea Stramaccioni (Youtube)

Stramaccioni “censurato” dall’Iran: assomiglia sempre più ad un’odissea quella dell’allenatore italiano, al centro di una querelle iniziata giovedì scorso, quando, approfittando della sosta per le nazionali, l’ex tecnico dell’Inter, nel suo intento di fare ritorno in patria, è stato bloccato in aeroporto dalla polizia locale, che gli ha contestato un visto turistico scaduto. Dopo la reazione sorpresa di Stramaccioni, che da tre mesi si trova a Teheran per allenare l’Esteghlal, squadra della capitale, si era attivata anche la Farnesina per vedere di risolvere la situazione, con l’allenatore che aveva fornito tutta la documentazione necessaria. Nella giornata di ieri era trapelata la tranquillità di Stramaccioni in relazione alla collaborazione tra l’ambasciata italiana e le autorità iraniane per regolarizzare la sua posizione nella Repubblica islamica. Ma oggi…

IRAN “CENSURA” ANDREA STRAMACCIONI

Oggi è stato proprio il Comitato disciplinare della Federcalcio iraniana ad inviare a Stramaccioni una nota di censura per “comportamento non professionale e dichiarazioni non vere”. Il riferimento è alle frasi dell’ex Inter, che aveva spiegato così la sua situazione:”Al termine della partita di campionato con il Foolad, anche considerando che era prevista una breve sosta del campionato, mi sono recato in aeroporto con il mio collaboratore Sebastian Leto, per trascorrere un paio di giorni in Italia con le rispettive famiglie dopo quasi due mesi di intenso e ininterrotto lavoro. Di ciò il club era perfettamente informato avendo, peraltro, anche organizzato il relativo transfer in aeroporto. Purtroppo, per motivi di natura burocratica e amministrativa non è stato possibile lasciare il Paese”. Parole più distensive sono state pronunciate però dal presidente del club, Esmail Khalilzadeh, secondo cui i problemi sono stati risolti: “Stramaccioni è un grande uomo e crediamo che possa conseguire grandi risultati per la squadra”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA