Isabella Ragonese/ “La guerra è finita una storia di dolore e di emozioni”

- Carmine Massimo Balsamo

Isabella Ragonese protagonista de La guerra è finita, serie tv in onda da questa sera su Rai 1: al suo fianco ci sarà Michele Riondino.

Isabella Ragonese
Isabella Ragonese

Ieri ospite di Da noi… a ruota libera, Isabella Ragonese questa sera sarà protagonista de La guerra è finita, serie televisiva in onda su Rai 1. L’attrice reciterà al fianco di Michele Riondino in una storia toccante, come spiegato dalla diretta interessata in una lunga intervista rilasciata ai microfoni di Di Più Tv: «Quando mi hanno fatto leggere il copione di questa fiction, me ne sono innamorata subito. E’ una storia piena di dolore perché racconta gli orrori della deportazione e dei campi di concentramento, e le lacrime che i telespettatori vedranno non sono lacrime di scena…». Un tema delicato e commovente, con la Ragonese che ha raccontato un episodio in particolare: «Mi viene in mente ad esempio una sequenza, quella di una lite molto accesa tra il mio personaggio e quello di Michele… mi ha toccato veramente dentro, nel profondo».

ISABELLA RAGONESE PROTAGONISTA DE LA GUERRA E’ FINITA

Non è la prima volta che Isabella Ragonese e Michele Riondino recitano insieme, i due attori si conoscono da diverso tempo: «Da quando eravamo due attori squattrinati a Roma, agli inizi, vivevamo di pane e teatro, addirittura io facevo la pendolare tra la mia Palermo e la Capitale. Venivamo tutti e due da lontano, perché lui è di Taranto». Diventare amici è stato naturale per loro due, tanto che nel 2009 sono stati i protagonisti del film Dieci inverni. E dopo dieci anni, di nuovo insieme, per la fiction La guerra è finita. Un grande rapporto di amicizia, ma niente di più, come spiegato nell’intervista a Di Più Tv: «No, anche se tutti ci facevano la stessa battuta sul set, perché in molti si ricordavano quel film che avevamo girato insieme. “Ormai voi fate coppia fissa, lavorate sempre insieme”. Ma siamo amici davvero, poi Michele è felicemente fidanzato, conosco tutta la sua famiglia… Diciamo che il nostro è un legame professionale, ci troviamo bene perché amiamo tantissimo il nostro lavoro»

© RIPRODUZIONE RISERVATA