Iva Zanicchi: “Amo Diodato, spero scriva una canzone per me”/ “Gigliola Cinquetti…”

- Alessandro Nidi

Iva Zanicchi è intervenuta in qualità di ospite a “Storie Italiane”, trasmissione di Rai Uno condotta da Eleonora Daniele: “Quando andai io all’Eurovision…”

Iva Zanicchi 5 640x300
Iva Zanicchi (Storie Italiane, 2022)

Iva Zanicchi è intervenuta in qualità di ospite ai microfoni di “Storie Italiane”, trasmissione di Rai Uno condotta da Eleonora Daniele e andata in onda nella mattinata di oggi, lunedì 16 maggio 2022. La cantante ha commentato l’edizione torinese dell’Eurovision Song Contest, muovendo una piccola critica agli organizzatori: “Avrei esaltato un pochino di più Gigliola Cinquetti. Le avrei fatto fare un duetto con se stessa. Avrei fatto un duetto con le sue immagini di Copenaghen 1964″. Anche Iva Zanicchi ha preso parte nel 1969 a quello che allora si chiamava Eurofestival: “Dovevo andare con ‘Zingara’, che ha avuto successo, invece i discografici, egoisti, mi hanno mandato con una canzone nuova. Hanno sbagliato e mi sono classificata tredicesima. Mi hanno proposto la canzone ‘Due grosse lacrime bianche’. Non era brutta, io ci ho creduto, l’ho cantata con entusiasmo”.

IVA ZANICCHI: “OGGI APPREZZO DI PIÙ ‘DUE GROSSE LACRIME BIANCHE'”

Nel prosieguo di “Storie Italiane”, Iva Zanicchi ha spiegato che avrebbe voluto partecipare all’Eurofestival con “Zingara“, anche se oggi apprezza di più “Due grosse lacrime bianche”, rispetto a quanto non avvenisse nel suo passato. Sanremo è “una gioia immensa: vincerlo è un’esaltazione tremenda. Il mio cantante preferito di oggi è Diodato, io lo amo: scrive in un modo meraviglioso, ma non mi ha mai telefonato e spero che scriva una canzone per me”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA