J-Ax commosso da un fan/ “Stavamo abortendo poi ‘Tutto tua madre’ ci fece riflettere”

- Davide Giancristofaro Alberti

J-Ax ha pubblicato un nuovo post su Instagram, una lettera di un fan che ha deciso di non abortire convinto dal brano “Tutto tua madre”

Elaine Coker, moglie J-Ax
Pubblicità

Il cantante J-Ax ha pubblicato una lettera che ha ricevuto da un fan, sulla propria pagina Instagram. Un post che lo staff dello stesso componente degli Articolo 31 ha anticipato con tali parole: “Ax ci ha mostrato questa bellissima lettera che ha ricevuto in questi giorni da uno di voi. È rimasto davvero colpito e gli si è riempito il cuore di gioia leggendola. Abbiamo pensato di condividerla anche con voi”. La lettera è firmata da un ragazzo classe 1980, che si definisce “generazione Articolo 31”, avendo vissuto la nascita, la maturazione e la fama del famoso duo di rapper italiani. Il fan, la cui identità viene ovviamente oscurata, racconta di essersi sposato con la sua attuale moglie nel 2014, dopo di che, nel 2015 è nata la sua primogenita e poi nel 2017 il secondo figlio. “All’inizio di settembre 2018 – prosegue il follower di J-Ax – arrivò però una novità inattesa, che andava fuori da qualsiasi previsione”, la moglie era di nuovo incinta.

Pubblicità

J-AX, LETTERA DEL FAN “UN FRATELLONE CI DIEDE UN PUGNO NELLO STOMACO”

Una notizia che non venne presa bene dalla coppia, “Montarono prepotenti i sensi di colpa – racconta ancora il fan – nei confronti dei figli, che ancora piccoli dovevano fare spazio ad un nuovo bebè”. Si sommò poi la paura di non farcela a gestire tre bambini piccoli e essere andati oltre le proprie possibilità. La coppia, a quel punto, iniziò a pensare seriamente all’aborto “Per altro prendendo l’appuntamento per portare a termine quella decisione”. Ma proprio J-Ax fece cambiare loro idea, seppur indirettamente, pubblicando la famosa hit “Tutto tua madre”: “Arrivò però un “fratellone” – scrive ancora il fan – che ci diede proprio un bel pugno nello stomaco scuotendo letteralmente la nostra coscienza, con una canzone decisamente fuori dai suoi standard. Ci sentimmo dei veri stronzi – racconta ancora – un malessere misto a benessere indescrivibile ci invase, e se quella canzone fosse uscita un paio di giorni dopo non saremmo felici come oggi e non sarei a scriverti questa lettera parlandoti del fatto tra pochi giorni un bimbo in piena salute farà 11 mesi”. Un post che ha ricevuto migliaia di like e nel contempo centinaia di messaggi di approvazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità