Jovanotti, l’incidente in bici costa caro/ Ecco quanto hanno perso le sue società per i mancati concerti

- Davide Giancristofaro Alberti

Jovanotti, l'incidente in bici costa caro: le sue due società hanno perso 6,5 milioni di euro di fatturato e un milione di euro di mancati guadagni, ecco i dettagli

Lorenzo Jovanotti 640x300 Jovanotti (da "Stories", Sky Tg24)

L’incidente di Jovanotti è costato caro, nel vero senso del termine, allo stesso cantante. Come emerso nelle ultime ore sulle pagine di alcuni dei principali quotidiani online, come ad esempio Open, Lorenzo Cherubini è stato costretto a restare “fermo ai box” per via del recupero dopo la caduta in bici, di conseguenza non ha potuto esibirsi. Le due società di cui è a capo hanno fatto quindi registrare 6,5 milioni di euro di fatturato in meno nel 2023, con un milione di euro di guadagni persi, e probabilmente la stessa situazione finanziaria si ripresenterà anche per il 2024. La sfortuna per Jovanotti era cominciata il 15 luglio dell’anno scorso, quando cadendo in bicicletta a Santo Domingo si ruppe la clavicola e il femore.

Fu un incidente piuttosto grave visto che lo stesso Lorenzo Cherubini dovette sottoporsi ad un intervento chirurgico in loco alla luce delle gravi fratture. Dovette quindi camminare per sei mesi con le stampelle poi a gennaio 2024 la nuova operazione visto che la situazione non era migliorata come doveva. Jovanotti sta lentamente riprendendosi ma è stato costretto ad annullare tutti i vari concerti previsti per il suo classico tour nelle spiagge, rimandandoli al 2025.

JOVANOTTI, L’INCIDENTE IN BICI COSTA CARO: LE CIFRE DEL 2023

Nel frattempo non ha potuto mai esibirsi in tv o festival vari, e anche in questo caso ha dovuto registrare delle perdite economiche. Secondo Open il 2024 potrebbe essere ancora peggiore dal punto di vista economico, proprio perchè era previsto il suo nuovo tour che nel 2022 aveva fatto registrare il tutto esaurito permettendo alle due società, due srl che Jovanotti gestisce insieme alla moglie (Soleluna e Yo company) di fatturare 2,7 milioni di euro e 6,1 milioni.

L’utile era stato invece di 842 mila euro, e nel 2023 è crollato a 139mila euro. Come ricorda Open, le due società sono comunque riuscite a guadagnare qualcosa anche senza tour ed esibizioni in quanto sono scese in maniera importante le spese tecniche e gli ingaggi dei vari musicisti, ma è fondamentale che Jovanotti torni a suonare.

JOVANOTTI, L’INCIDENTE IN BICI COSTA CARO: L’ESIBIZIONE A SORPRESA A SIENA

Lorenzo Cherubini ha effettuato degli investimenti in questo anno, con un guadagno di circa 18mila euro in breve tempo, nel frattempo è tornato a salire su un palco, una breve esibizione lo scorso 21 giugno vicino a Siena. Il riferimento è all’episodio di Casole d’Elsa e il Festival of the sun, esibizione che è stata in seguito catturata dalla moglie e poi postata sulla pagina Instagram di Jovanotti. In quell’occasione l’artista ha commentato il video parlando di “un vero inizio in tutti i sensi” dopo aver salito i gradini di un palco con le proprie gambe dopo dodici mesi di calvario.

Jova ammette di non aver recuperato ancora al 100 per cento, ma nel giro di qualche mese dovrebbe vedere finalmente la luce in fondo al tunnel, di modo da essere perfettamente in forma per un 2025 che a questo punto si preannuncia attesissimo non soltanto per lo stesso Lorenzo Cherubini ma anche per i suoi fan, che lo attendono da due anni (che diventeranno tre la prossima estate).





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Musica e concerti

Ultime notizie