YULIYA MAYARCHUK/ L’ucrainonapoletana che disse no a Tinto Brass “Tirava le pacche..”

- Hedda Hopper

Yuliya Mayarchuk ospite presso la trasmissione di Rai Radio 2, i Lunatici: la 42enne si definisce un mix fra l’Ucraina e Napoli. Ecco le sue dichiarazioni

tinto brass caterina varzi facebook 2017 640x300
Tinto Brass

Yuliya Mayarchuk è nata in Ucraina 42 anni fa ma si definisce ucrainonapoletana, essendo arrivata in Italia quando era giovanissima, appena 19enne. La stessa ha raccontato di vivere con lo stile napoletano, ma nel contempo, di non aver abbandonato il rigore russo che contraddistingue tutti gli abitanti dell’ex Unione Sovietica. Oltre ad essere un’attrice e una mamma di due splendide bambine, ama lo sport e la cucina. Nel mondo dello spettacolo ha fatto tutta la gavetta, partendo dalle tv locali, per poi iniziare a recitare come attrice di fotoromanzi, alternando il tutto al lavoro di cameriera in una pizzeria, dove conoscerà per caso il maestro Tinto Brass. Colpito dalla sua bellezza, la scritturerà per il film “Trasgredire”, per cui otterrà il ruolo da protagonista. E’ l’inizio del grande successo visto che di lì a poco la Mayarchuk approderà in Rai, e poserà poi per riviste come Max, Maxim e Panorama. Il vero successo arriverà comunque con la fiction di Raitre, “La Squadra”, dove interpreterà il ruolo di Tania. La Mayarchuk ha lavorato anche in numerose altre fiction Mediaset e Rai come “Carabinieri”, “Distretto di Polizia”, “Ris”, “Rossella”, “Incantesimo“, “Soldati di Pace”, “Don Matteo”, “Maresciallo Rocca” e “La porta rossa”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

YULIYA MAYARCHUK E L’INTERVISTA A I LUNATICI

Tinto Brass è sicuramente stato un personaggio controverso e discusso ma le sue “ragazze” non hanno mai rivelato di episodi spiacevoli accaduti sul set o qualcosa che potesse farlo finire nel mirino proprio in quest’epoca del Mee Too e del rispetto dei diritti delle donne sia come comportamenti che come retribuzione, almeno fino a questo momento. Sicuramente non c’è niente che possa sporcare l’immagine del regista e produttore ma ad alzare il velo proprio su questo suo lato rispettoso ci ha pensato una delle sue ragazze, Yuliya Mayarchuk che è intervenuta ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format “I Lunatici” rivelando il vizietto che lui aveva sul set, lo stesso per il quale lei si è arrabbiata tanto da mettere in riga il suo maestro che ha detto subito sì senza mai infrangere la sua promessa, ma di cosa stiamo parlando di preciso?

IL NO DI YULIYA MAYARCHUK A TINTO BRASS

L’attrice, nata in Ucraina, ha girato con Tinto Brass Trasgredire e riguardo alla sua esperienza ha detto: “Sono ancora grata a quella occasione, se dopo tanti anni faccio ancora questo lavoro è merito di quella occasione. Tinto Brass era preceduto da una fama scandalosa. Ero la protagonista del film, molto coccolata dalla produzione. C’erano delle scene di nudo, ma col mio corpo ho sempre avuto un rapporto di grande serenità”. Ma se l’attrice non aveva problemi a mettersi a nudo, dall’altra parte, ha preferito chiarire una cosa con il maestro: “Ho affrontato quel lavoro con grande tranquillità, Tinto era una persona molto seria, di grande cultura, accompagnato sempre dall’onnipresente moglie… aveva un personaggio col quale giocava. Tra noi c’era complicità, ma io ho messo subito le cose in chiaro. Lui aveva l’abitudine di dare la pacca sul sedere alle attrici, ma io dissi che con me non doveva farlo e lui ha rispettato questo accordo“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA