Juwara “Vittoria Bologna? Grazie Mihajlovic”/ E lui “Ho detto ca*zata per motivarli”

- Silvana Palazzo

Juwara e Mihajlovic, che show dopo Bologna-Inter. “Vittoria? Merito dell’allenatore e di quello che ci ha detto”. E lui rivela: “Ho detto ca*zata per motivarli, stavamo facendo schifo”

mihajlovic bologna Serie A
Bologna, Sinisa Mihajlovic (Foto LaPresse)

Il Bologna ribalta l’Inter a San Siro e al termine della partita va in scena un simpatico siparietto tra Musa Juwara e Sinisa Mihajlovic. Il giovane attaccante rossoblù, autore del gol del momentaneo pareggio, ha svelato cosa aveva detto l’allenatore alla squadra al termine del primo tempo per trascinarli alla vittoria. «Ci ha detto che se avessimo fatto gol avremmo vinto la partita, e così è stato». Quando però è stato chiesto all’allenatore un commento su questo aneddoto, l’allenatore del Bologna ha replicato così: «Sì, gli ho detto una ca*zata, giusto per motivarli, sennò era impossibile vincere», ed è scoppiato a ridere. La squadra è apparsa a Mihajlovic tutta impaurita. «I primi 20 minuti abbiamo fatto schifo, senza fare due passaggi di fila. Per fortuna la partita è rimasta sull’1-0 e c’è stato l’intervallo dove ci siamo parlati. Le certezze sono tornate e quando non avevamo più nulla da perdere siamo usciti bene». E alla fine il Bologna poteva fare anche altri gol, ma la partita è terminata sul risultato comunque sorprendente di 2 a 1 per i felsinei.

MIHAJLOVIC SHOW DOPO BOLOGNA INTER

Ma non è l’unica dichiarazione irriverente di Sinisa Mihajlovic. «La prima idea era mettere Svanberg a destra, poi guardando la partita mi sono detto: “Mettiamo Musa. Che con il casino che fa in campo non gli farà capire nulla”». Ma l’allenatore del Bologna aveva predetto il gol di Musa Juwara parlando con Bigon: «L’avevo detto anche a lui che avrebbe fatto gol. E dopo 3 minuti l’ha fatto. Se lo merita: ha giocato a San Siro anche se vuoto, vuol dire avere personalità». Riguardo le scelte poi scherza e cita Silvio Berlusconi: «Tutto culo. Come dice Berlusconi: “Quando vinci sei un bravo ragazzo, quando perdi sei un testa di ca…”. Abbiamo cercato di fare cose logiche, dando fiducia ai ragazzi. Che alla fine si sono rifatti dopo un pessimo inizio». Infine, sull’espulsione di Soriano: «Bisogna capire gli arbitri, che adesso sentono tutte le offese. Sono un po’ condizionati». Quindi per Mihajlovic il giocatore è stato poco intelligente: «Roberto ha sbagliato, ma con il pubblico l’arbitro non l’avrebbe sentito».

© RIPRODUZIONE RISERVATA