Kalush Orchestra a Che tempo che fa/ “Grazie ucraini in Italia per non dimenticarci”

- Chiara Ferrara

La Kalush Orchestra, ospite a Che tempo che fa dopo la vittoria all’Eurovision, ringrazia la comunità ucraina in Italia

Kalush Orchestra 640x300
Kalush Orchestra (Foto: web)

I membri della Kalush Orchestra, vincitori dell’Eurovision 2022, sono stati ospiti a Che tempo che fa e hanno voluto inviare un messaggio di ringraziamento alla loro comunità che si trova proprio nel nostro Paese. “Voglio augurarvi la pace, vi ringrazio perché non dimenticate l’Ucraina, le nostre radici. Tenetevi forti insieme. Gloria all’Ucraina”, ha detto il frontman Oleh Psjuk. “Tutti comprendono l’importanza della pace quando inizia la guerra, adesso noi ucraini lo capiamo profondamento, sogniamo il giorno in cui finalmente la pace arriverà in tutto il nostro Paese”.

Anche dall’Italia, d’altronde, sono arrivati tanti voti nel corso della kermesse canora. Il brano “Stefania”, dedicato alla mamma ma diventato poi un inno alla patria, ha d’altronde conquistato tutti. “Invito a vedere il videoclip, abbiamo fatto vedere l’Ucraina com’è oggi, non potevamo fare diversamente, questo videoclip deve essere visto da tutti”, questo l’appello. “Il nostro obiettivo era far conoscere le nostra cultura a tutto il mondo, questa cultura che ora vogliono uccidere ma che deve sopravvivere. Attraverso l’Eurovision  il mondo ha potuto apprezzare la nostra lingua, la nostra cultura e la nostra musica”.

Kalush Orchestra a Che tempo che fa: dopo l’Eurovision si torna in Ucraina

La Kalush Orchestra, dopo la vittoria all’Eurovision 2022, ha annunciato a Che tempo che fa che tornerà in Ucraina per combattere. “Domani già saremo di rientro nel nostro Paese perché abbiamo avuto il permesso temporaneo per uscire. Ci occuperemo delle nostre attività, abbiamo un’organizzazione di volontariato (‘Where are you’ in inglese, ndr) con cui aiutiamo le persone con i trasporti e gli alloggi. Ogni ucraino oggi ha le sue priorità: aiutare qualcuno e condividere ciò che si può condividere con gli altri. Aiutiamo in tutte le regioni ucraine. Abbiamo un gruppo Telegram in cui ognuno scrive ciò di cui ha bisogno”, ha raccontato il frontman Oleh Psjuk.







© RIPRODUZIONE RISERVATA