Katia Follesa/ “Magra? Non è che ora sia diventata una strafiga: sono sempre io!”

- Emanuele Ambrosio

Katia Follesa del duo “Katia & Valeria” vittima di body shaming: “andare a intaccare la mia professionalità per via del mio aspetto fisico mi ha fatto davvero male”

katia follesa instagram 2018 640x300
Katia Follesa (Instagram 2018)

Katia Follesa del duo “Katia & Valeria” con Valeria Graci è stata vittima di body shaming sui social. La divertentissima comica lanciata dal programma Zelig ne ha fatta di strada sia professionalmente che nella vita privata. Nel corso di questi mesi ha deciso di volersi più bene perdendo ben 18kg e mostrando sui social questo suo cambiamento. La “trasformazione” della conduttrice e comica non è stata particolarmente apprezzata da alcuni leoni di tastiere che le hanno puntato il dito contro. Critiche pesanti che sono finite anche in del vero e proprio body shaming a cui la Follesa ha replicato con fermezza come ha raccontato durante una lunga intervista rilasciata a Il Corriera della Sera: “andare a intaccare la mia professionalità per via del mio aspetto fisico mi ha fatto davvero male. Sono tornata al peso che avevo all’inizio del mio lavoro e che considero il mio peso forma: 52 chili”. La Follesa, infatti, dopo la nascita della figlia Agata nata dall’amore con Angelo Pisani, ha visto il suo fisico cambiare.

Katia Follesa magra: “nessun bypass gastrico”

“La mia forma fisica è cambiata dopo la gravidanza” – ha confessato Katia Follesa al Corriere della Sera precisando – nel tempo sono arrivata a pesare anche 70 chili ma trovo veramente triste oltre che poco intelligente l’atteggiamento di queste persone che criticano l’aspetto fisico “al contrario”. Siccome non possono dire “fai schifo, stavi meglio prima” allora ti dicono che da magra non fai più ridere come prima” – ha detto la conduttrice ha sottolineato di essere ricorsa ad una dieta per motivi di salute. “Sono cardiopatica e il peso incide moltissimo sul mio stato di salute – ha confessato la Follesa -. I dottori che mi seguono si sono molto raccomandati, anche perché più si va avanti con gli anni e più è necessario controllare il peso, appunto. Altrimenti è come sovraccaricare ogni volta il mio cuore. Quindi, essendo alta 1,50, devo avere il peso che ho raggiunto ora per stare bene. Detto questo, sono sempre stata e resto dalla parte delle donne, non è cambiato nulla”. Nessun bypass gastrico o altro come ha precisato la Follesa che ha infine aggiunto: “mi hanno trattata come se non potessi più avere una comicità “dalla parte delle donne”, io che invece lo ero prima e lo sono adesso. Anche perché non è che ora sia diventata una strafiga: sono sempre io, una donna di quasi 45 anni con tutti i suoi difetti. Ho perso peso, ma non la mia autostima”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA