KATIA FOLLESA RICOVERATA IN OSPEDALE/ “Non mi hanno operata al cuore” e scherza con..

- Davide Giancristofaro Alberti

Katia Follesa è ricoverata in ospedale a San Donato Milanese per un problema al cuore

Katia Follesa (Ig)
Katia Follesa (Instagram)

Katia Follesa si sta riprendendo. La nota e simpaticissima conduttrice continua la sua permanenza in ospedale ma tiene a chiarire, e lo fa proprio su Instagram, che “Non sono stata operata al cuore!” In attesa del recupero totale, Katia si diverte con un amico speciale. Stiamo parlando di Alvin che è con lei in ospedale. I due scherzano mentre Alvin tiene tra le mani il tablet con i comandi del letto della Follesa e ci gioca, sollevandola e abbassandola a suo piacimento. “Ma basta smettila!” chiede la Follesa tra le risate di Alvin che si diverte a stuzzicarla un po’. Immagini che rassicurano anche i fan, molto preoccupati dopo la foto da lei postata alcune ore fa che la vede in un letto d’ospedale. Katia Follesa è in ripresa. (Aggiornamento di Anna Montesano)

“TANTE COCCOLE” PER KATIA FOLLESA

Il problema (cronico) al cuore che ha sorpreso coloro tra i suoi fan che non ne erano a conoscenza ma pure la voglia di scherzare che non le manca mai: c’è tutto questo nel post su Instagram di Katia Follesa, ricoverata presso il Gruppo Ospedaliero San Donato per curare la cardiomiopatia ipertrofica di cui soffre sin dal 2006 e che le impone di dedicare “tante coccole” al proprio cuore. infatti nella foto postata a beneficio dei suoi followers, la 43enne comica e conduttrice televisiva si è auto-immortalata con un dito puntato sul proprio naso e ha fatto dell’ironia spiegando che, in realtà, “la vera preoccupazione è il mio naso, ma anche il fatto che sono oramai a digiuno da due giorni”. Nell’aggiornare tutti sulle sue condizioni di salute, la Follesa ha colto l’occasione anche per ringraziare il personale medico della struttura ospedaliera che si prende cura di lei e che a suo beneficio ha “elaborato il mio cuore con un motore di Formula 1”. E poi conclude: “Il tempo di mangiare qualcosa e mi rialzo, eh…”. (agg. di R. G. Flore)

“IL MIO CUORE HA BISOGNO DI COCCOLE MA…”

L’annuncio a sorpresa su Instagram, che ha lasciato di stucco molti dei suoi aficionados, ma pure le rassicurazioni che ora va tutto bene: il ricovero in ospedale della comica e conduttrice Katia Follesa, operata di recente al cuore a causa di una cardiomiopatia ipertrofica è stato svelato dalla diretta interessata, probabilmente una volta che il momento difficile era alle spalle, con la solita ironia. “Il mio cuore ogni tanto richiede delle coccole, ma ora ha un motore da Formula 1” ha scherzato la Follesa che al breve post apparso sui propri canali social ha allegato un selfie dall’ospedale in cui si mostra senza trucco e ancora a letto per raccontare questo suo ricovero, ma per fortuna sorridente. Tra l’altro, comunque, la malattia di cui soffre l’ex talento 43enne esploso a Zelig non è una novità per lei dato che le è stata diagnosticata oramai nel lontano 2006 ed è dovuto a una malformazione congenita che la obbliga a prestare particolare attenzione al proprio cuore e a fare saltuariamente il cosiddetto ‘tagliando’ in ospedale. (agg. di R. G. Flore)

LA CARDIOMIOPATIA IPERTROFICA DI CUI SOFFRE

Momenti di alta tensione hanno lasciato il posto al sorriso tenero e senza filtri della bella Katia Follesa che è stata operata a Milano nelle scorse ore per via di quel famoso problema con il quale ormai combatte da 13 anni, dal lontano 2006. Fu allora che un blackout svelò la sua cardiomiopatia ipertrofica non ostruttiva congenita, la stessa malattia del padre, per la quale stava seguendo una terapia che le farà compagnia per tutta la vita. Grazie ad una serie di studi e alle novità della medicina, però, sembra che qualcosa sia cambiato e che questo suo piccolo intervento adesso le farà vivere meglio la sua vita magari con meno privazioni, meno medicine e più possibilità di guarire un giorno proprio grazie alle novità nel campo medico che di giorno in giorno sconvolgono tutti. Intanto, l’annuncio social post intervento ha già chiamato a raccolta i suoi fan e decine di colleghi che sono pronti ad aspettarla per il suo ritorno in pista. (Hedda Hopper)

L’ANNUNCIO CHOC SUI SOCIAL

Katia Follesa, nota conduttrice televisiva e senza dubbio fra i volti più amati ed apprezzati anche e soprattutto per la sua simpatia, ha pubblicato una foto sulla propria pagina Instagram in cui ha comunicato di essere in ospedale. Un problema cardiaco la costringe ogni tanto ad entrare e ad uscire dalle strutture ospedaliere, ma non per questo la conduttrice di “Bake Off Kids” ha dovuto rinunciare al sorriso. Nello scatto pubblicato, l’ex comica di Zelig ha pubblicato una lunga didascalia in cui spiega: «La vera preoccupazione è il mio naso. È che sono a digiuno da due giorni. Grazie infinite al Gruppo Ospedaliero di San Donato, un Presidio di ricerca eccellente che mi tiene a bada e che mi fa vivere al meglio la mia vita! Attraverso la ricerca ho imparato molte cose soprattutto a prendermi cura di me in particolare del mio cuore che ogni tanto richiede coccole!».

KATIA FOLLESA IN OSPEDALE PER IL CUORE

Katia ha quindi proseguito i suoi ringraziamenti scrivendo: «Grazie alla dottoressa del mio cuore la cardiologa Serenella Castelvecchio, al Dott. Lorenzo Menicanti, il cardiochirurgo più affascinante della terra e al Professor Carlo Pappone, luminare dell’aritmologia che ha elaborato il mio cuore con un motore da Formula 1! Il tempo di mangiare qualcosa e mi rialzo! Onorata di rappresentare il Gruppo Ospedaliero di San Donato». La Follesa aveva scoperto nel 2006 di soffrire di cardiomiopatia ipertrofica non ostruttiva congenita, una patologia manifestatasi mentre la stessa presentatrice tv stava guidando: «Stavo guidando, quando improvvisamente – raccontava al Corriere della Sera – mi si è appannata la vista e, non so come dire, non sentivo più il cuore». Da 13 anni a questa parte deve quindi sottoporsi ogni tot ad una terapia di betabloccanti: «Dovrò continuarla a vita». Katia Follesa, proprio per via della sua malattia, è testimonial di un progetto del Gruppo ospedaliero San Donato Foundation, che ha come obiettivo quello di migliorare lo stile di vita dei soggetti cardiopatici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA