Levante e la morte del padre “è un dolore adulto”/ Il toccante ricordo su Instagram

- Ruben Scalambra

Attraverso un commovente post Instagram, Levante ha ricordato il padre scomparso 26 anni fa e il dolore per una perdita così importante: il suo messaggio

Levante (foto: Instagram)
Levante (foto: Instagram)

Levante ricorda il papà, il post Instagram: “Ventisei anni fa…

Certe assenze nella nostra vita sono impossibili da colmare e il dolore, anno dopo anno, cambia forma ed intensità. Come nel caso di Levante che, all’età di soli 9 anni, ha perso il padre Rosario portato via da un tumore. Ogni anniversario della sua morte è un pugno nello stomaco per l’artista siciliana, ma è anche l’occasione per ricordarlo con estrema dolcezza attraverso intime dediche. Come nel post Instagram condiviso nella giornata di ieri, in cui ha rinnovato il suo dolore per la dolorosa perdita: “Ventisei anni fa moriva mio padre. Alle sei del pomeriggio, in una giornata bollente, nella casa di Palagonia“.

Levante ricorda la malattia che se l’è portato via, così tremenda e difficile anche solo da pronunciare: “Per anni sua madre ha detto che era morto per “il male del secolo”. Ancora oggi la nonna Rosalia non lo dice, TUMORE, non lo dice. Anche a me a volte affatica dirlo, sentirlo dire“. La cantante, a seguire, rivela di aver provato vergogna per aver perso una figura così importante nella sua vita. E un percorso dalla terapeuta l’ha aiutata a superarla: “Ci ho messo molto tempo a togliermi di dosso quel senso di vergogna per aver perso papà. Non ho mai chiesto alla mia terapeuta perché provassi vergogna… ma sono tantissimi anni che ormai ne parlo ad alta voce, spesso, anche mettendo gli altri in difficoltà“.

Levante e il dolore per la perdita: il percorso dalla terapeuta

Lo scorrere del tempo è servito a Levante per accettare l’assenza del papà: parlarne l’ha anche aiutata a scrollarsi di dosso quel senso di vergogna che si è portata sulle spalle per tanto tempo. E spiega come, nonostante gli anni, scendano ancora copiose lacrime al pensiero di papà Rosario: “La Doc dice che piango come fosse successo ieri, in realtà succede solo se tolgo la maschera… altrimenti sono ventisei anni e quindi una vita fa“. Il dolore negli anni resta vivo ma si trasforma, cambia di forma e di intensità, cresce e si sviluppa: “È un dolore adulto, ha la patente, si è diplomato, è laureato. Eppure è tutto estremamente nitido davanti ai miei occhi“.

Oltre al dolore che si rinnova anno dopo anno, Levante in questo 2022 può sorridere per la nascita della prima figlia Alma Futura, avuta dal compagno Pietro Palumbo. Il lieto evento è avvenuto a febbraio ed è stato accompagnato dalla prima, commovente dedica social della neo-mamma alla piccolina: “Anima gentile, che ha attraversato il mio grembo rendendomi una madre (e una amazzone) fortunata. Nella stanza in cui ci troviamo stiamo vivendo una sorta di realtà aumentata e felicità esponenziale. Non mi ero mai sentita così terrena e celeste allo stesso tempo“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da L E V A N T E (@levanteofficial)







© RIPRODUZIONE RISERVATA