Matteo Salvini smentisce incontro con Liliana Segre/ “La vedrò più avanti”

- Carmine Massimo Balsamo

Liliana Segre e Matteo Salvini, incontro ieri nella casa della senatrice a Milano? Il leader della Lega smentisce la ricostruzione del Corriere della Sera.

liliana segre matteo salvini
La senatrice Liliana Segre con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella (LaPresse)

Matteo Salvini smentisce l’incontro con Liliana Segre che secondo “Il Corriere della Sera” si sarebbe tenuto ieri pomeriggio alla presenza della figlia di 6 anni del leader della Lega. Interpellato sulla questione a margine della visita a Eicma in Fieramilano a Rho, come riportato da L’Huffington Post, Salvini ha precisato:”L’incontro con la Segre l’avrò più avanti. Io gli incontri che ho li comunico, gli incontri che non comunico io per quanto mi riguarda non ci sono”. Salvini ha aggiunto: “Io ascolto, è una donna estremamente intelligente. Sono giovane, ho voglia di capire, di imparare e di ascoltare. Farà le sue scelte a prescindere da quello che suggerisce Salvini. Ritengo che sia una donna estremamente intelligente quindi non ha assolutamente bisogno dei miei consigli”. A chi gli ha chiesto se è più a rischio lui o la senatrice a vita, Salvini ha replicato: “A me è appena arrivato un altro proiettile. Non piango. In un Paese civile non dovremmo rischiare né io né la Segre”. (agg. di Dario D’Angelo)

GIORGIA MELONI: “NOI AL FIANCO DI LILIANA SEGRE”

Tiene banco la notizia dell’incontro tra Liliana Segre e Matteo Salvini, con la senatrice a vita sotto scorta dopo le recenti minacce ricevute sui social network. Il segretario federale della Lega le ha fatto visita presso la sua abitazione a Milano, accompagnato dalla figlia Mirta, e non è stato l’unico politico ad esprimerle solidarietà per i fatti delle scorse ore. A margine della fiera Eicma a Milano, Giorgia Meloni ha sottolineato che Fratelli d’Italia è «assolutamente al fianco» di Liliana Segre. Ma non solo: «Non è in programma una mia visita, l’ho già sentita telefonicamente e le ho detto che FdI è al suo fianco in tutto ciò che si può fare ancora e che va fatto sul tema della lotta all’antisemitismo e soprattutto del fondamentalismo islamico». La Meloni ha poi evidenziato: «Chiaramente non mancherà il sostegno di Fratelli d’Italia su questo tema». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

LILIANA SEGRE, INCONTRO PRIVATO CON MATTEO SALVINI

Liliana Segre e Matteo Salvini, incontro ieri a Milano tra la senatrice a vita ed il leader della Lega. Dopo le polemiche sulla commissione Segre, con la senatrice a vita sotto scorta per le minacce ricevute, l’ex ministro dell’Interno le ha fatto visita nella sua casa di Milano: come sottolinea il Corriere della Sera, l’incontro sarebbe dovuto essere segreto ed è massimo riserbo sui contenuti della chiacchierata. Il numero uno del Carroccio è stato accompagnato dalla figlia Mirta, 6 anni, e non era presente nessun altro rappresentante delle istituzioni, né uomini dello staff leghista. L’incontro è andato in scena poco dopo le ore 17,00 e, come dicevamo, bocche cucite: «Un incontro privato che tale doveva restare. Da parte nostra manteniamo un totale impegno alla riservatezza», le parole di Luciano Belli Paci, uno dei tre figli della senatrice.

INCONTRO LILIANA SEGRE-MATTEO SALVINI A MILANO

L’incontro tra Liliana Segre e Matteo Salvini è andato in scena dopo l’apertura della senatrice a vita, che aveva raccolto la proposta del leader leghista di incontrarla per discutere. «Ci sono vari modi di chiedere un appuntamento», le parole della Segre, che aveva deciso di staccare la spina dopo gli ultimi giorni caotici: «Cerca la calma e non la piazza. Io e mio fratello in questo senso vogliamo proteggerla», ha confidato il figlio Luciano. Il riferimento è alla manifestazione di Milano, in piazza per renderle omaggio e attestare vicinanza dopo gli attacchi ricevuti sui social e non, tanto da richiedere la scorta. Su questo punto, evidenzia il Corriere della Sera, la Segre aveva affermato: «Essendo una vecchietta pensavo di essere di nessun interesse, quindi non me lo aspettavo. Di certo non sono stata io a chiederla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA