L’isola di Pietro esiste davvero: dov’è?/ Carloforte, set della fiction con Morandi

- Emanuela Longo

L’isola di Pietro esiste davvero e si trova in Sardegna: ecco i luoghi dove è stata girata la terza stagione della fiction tv con Gianni Morandi

Gianni Morandi ne "L'Isola di Pietro"
Gianni Morandi ne "L'Isola di Pietro" (Instagram, 2019)

Da oggi torna in tv la fiction L’Isola di Pietro con Gianni Morandi, in onda come sempre su Canale 5 con i nuovi episodi della terza stagione. Ma la splendida location esiste davvero o tutto si svolge negli studi di produzione appositamente allestiti? Ebbene, l’isola di Pietro esiste anche nella realtà, quindi non è solo frutto della fantasia degli autori che hanno dato vita alla serie di successo con protagonista l’amato cantante italiano. Buona parte delle riprese si sono svolte in Sardegna dal momento che la fiction è ambientata proprio a Carloforte, unico comune dell’isola di San Pietro, nel paradisiaco Arcipelago del Sulcis. Un vero e proprio Eden che nel tempo ha avuto diversi nomi. I Fenici la ribattezzarono “Enosim”, mentre per i Greci era “Hieracon Nesos”. I Romani rinominarono questa splendida terra con il nome di “Isola degli sparvieri”. A differenza del titolo della fiction di Canale 5, il vero nome di questo territorio esistente anche nella realtà è Isola di San Pietro ed insieme alla vicina Isola di Sant’Antioco rappresentano uno degli scenari incontaminati sito nel cuore meridionale della regione.

L’ISOLA DI PIETRO ESISTE DAVVERO: ECCO DOV’È

Se le riprese della terza stagione de L’Isola di Pietro sono iniziate a Formello, in provincia di Roma, successivamente il set si è stabilizzato in Sardegna, nella vera isola di Pietro dove Gianni Morandi è ormai diventato cittadino onorario. In particolare, Morandi e l’intero cast si sono stabiliti dallo scorso 6 maggio – giorno del primo ciak – per le settimane di registrazione a Carloforte, l’unico centro abitato dell’isola di San Pietro e che conta circa 6500 abitanti. Proprio qui vive il personaggio interpretato da Gianni Morandi, ovvero il pediatra Pietro Sereni. E’ un luogo unico nel suo genere forse proprio per via delle tante assenze che lo caratterizzano. Non solo non vi è un corso d’acqua ma neppure l’ombra di semafori in grado di organizzare il traffico. I collegamenti con la Sardegna sono garantiti da un traghetto che scandisce la giornata degli abitanti del posto: occorrono circa 45 minuti per la tratta da Portovesme o Calasetta (a circa un’ora da Cagliari) a Carloforte (e viceversa). Sempre in Sardegna nelle passate ore è stato girato un secondo finale alternativo della fiction, anticipato dal cantante di Monghidoro su Instagram, il quale tra gli hashtag ha inserito Villasimius, piccolo Comune della provincia del Sud Sardegna.



© RIPRODUZIONE RISERVATA