LITIGA CON COINQUILINO E GLI LANCIA CANE DA BALCONE/ Novara, Taburon in fin di vita

- Dario D'Angelo

Lite tra coinquilini a Novara: due marocchini ai ferri corti, ma ad avere la peggio è il cane di uno dei due, lanciato dal balcone e ora in fin di vita.

ambulanza soccorso pixabay
Immagini di repertorio (Pixabay)

Nel tentativo di convincere il coinquilino che non sopportava più ad andare via di casa ad un certo punto ha perso la testa: così ha lanciato dal balcone il suo cane e adesso Taburon, meticcio di pochi mesi, lotta tra la vita e la morte. Una storia assurda quella che arriva da Novara, dove lunedì mattina in un appartamento in via Tarantola è scoppiata una lite furibonda tra due coinquilini di origine marocchina, uno di 22 anni e l’altro di 41 anni, entrambi pregiudicati. I vicini di casa, abituati alle continue discussioni tra i due, sono stati svegliati dalle urla dei nordafricani: il più grande, però, questa volta ha perso la testa. Come riportato da “Il Corriere della Sera”, l’uomo pur di non far rientrare il coinquilino, ha afferrato il cane e, mentre l’altro andava via, lo ha lanciato dal balcone al terzo piano.

LITIGA CON COINQUILINO E GLI LANCIA CANE DA BALCONE

Nella lite paradossale tra i due marocchini residenti in via Tarantola a Novara ad avere la peggio è stato ovviamente il povero cane. Taburon nella caduta di diversi metri ha rimediato un edema polmonare, lesioni del femore e della milza ed emorragie interne. Proprio a causa di queste gravi problematiche l’animale risulta ancora in prognosi riservata presso la clinica Istituto veterinario di Granozzo dove è stato ricoverato dopo il trasporto compiuto dall’ambulanza veterinaria Italia di Novara, giunta prontamente sul posto per soccorrerlo e stabilizzarlo. Per garantire le cure di Taburon è intervenuta l’associazione di Galliate, «Parco gatti terapeutico» e adesso è stata avviata una raccolta fondi per aiutarlo. Nel frattempo il coinquilino è stato denunciato dagli agenti della polizia che, scrive ancora Il Corriere della Sera, una volta sul posto hanno riportato la calma e fermato il 41enne.



© RIPRODUZIONE RISERVATA