Little Tony/ Il ricordo della figlia Cristiana Ciacci: “Abbiamo avuto divergenze ma…”

- Rossella Pastore

Little Tony protagonista di un omaggio all’interno della puntata di oggi de Il meglio di Domenica in. La figlia Cristiana parla del loro rapporto.

Un giovane Little Tony
Un giovane Little Tony

Sono trascorsi 8 anni dalla morte di Little Tony, cantante e attore sammarinese tra i più rappresentativi della scena del rock and roll europea. In occasione di quest’anniversario, il 30 maggio scorso, Mara Venier ha voluto omaggiarlo a Domenica in insieme alla figlia Cristiana Ciacci. Presente in studio, oltre a lei, anche l’amico e collega Al Bano, con cui Cristiana si confronta a proposito dei numerosi impegni del cantante che spesso portano la famiglia a dover fare a meno di lui. I concerti, la fama e gli impegni hanno fatto sì che Cristiana lo frequentasse poco. Ma, a dire il vero, Tony è stato un tipo ‘sfuggente’ anche per Al Bano: “Mi sarebbe piaciuto conoscerlo più in profondità, avevamo molti parallelismi e molte affinità”, sostiene Carrisi. “Capisco quando Cristiana diceva che il suo papà non aveva molto tempo, chi non li vive questi momenti: i piloti, i cantanti… non hanno mai quel tempo che vorrebbero passare con i figli, però magari non è tanto la quantità, ma l’importante è la qualità del tempo che spendi con i figli. Anche quella incide in una sana e forte educazione”.

Cristiana Ciacci ricorda papà Little Tony

L’infanzia di Cristiana, insomma, è stata difficile proprio a causa della scarsa presenza di papà Antonio. Al di là del lavoro, infatti, Little Tony era semplicemente ‘Antonio’, marito di Giuliana e padre di Cristiana. E lo è stato soprattutto nell’ultimo periodo della sua vita, in cui è riuscito a recuperare un rapporto con la figlia. “Con papà abbiamo lavorato sopra il nostro rapporto, abbiamo messo un punto sulle nostre divergenze”, ha dichiarato Cristiana. “Con mamma non c’è stato tempo per recuperare”. Proprio sua mamma Giuliana, a un certo punto, la invitò a non vedersi solo come la ‘figlia di’, ma a scoprire la sua unicità e il suo, di talento. È impossibile, però, per lei, non vivere del ricordo del suo amato papà, proprio adesso che è madre anche lei: “Mi manca il sentirmi figlia. Ho cinque figli meravigliosi, ma mi manca poter ricevere una telefonata in cui una mamma o un papà ti chiede ‘come stai? Che ti è successo, racconta. Sono orgoglioso di te…’”. A causa di questo vuoto che lei percepiva come incolmabile, Cristiana ha anche sofferto di disturbi alimentari e in particolare di anoressia: “La mia vita è stata complicata”, chiosa la Ciacci.



© RIPRODUZIONE RISERVATA