L’onore e il Rispetto Ultimo Capitolo/ Anticipazioni 16 giugno: Tonio fugge (Replica)

- Morgan K. Barraco

L’Onore e il Rispetto Ultimo Capitolo, anticipazioni 9 giugno 2019, su Canale 5. Il Commissario aiuta Tonio a ricordare il passato; Rosalinda vuole sposare De Nicola.

L'Onore e il Rispetto - Ultimo Capitolo
L'Onore e il Rispetto - Ultimo Capitolo, su Canale 5

L’ONORE E IL RISPETTO ULTIMO CAPITOLO, ANTICIPAZIONI TERZA PUNTATA 16 GIUGNO

Tonio Fortebracci torna domenica prossima su Canale 5 con la terza puntata in replica de L’Onore e il Rispetto – Ultimo Capitolo. Le anticipazioni rivelano che riuscirà a salvarsi dalla sparatoria rifugiandosi nelle fogne, da dove troverà una via di uscita e sfuggire a De Nicola. Dago verrà invece portato in una località protetta, ma nel corso del tragitto verrà intercettato dagli uomini di De Nicola, allertati dalla soffiata del brigadiere Calosci. Ritrovandosi faccia a faccia con il pentito, De Nicola lo ucciderà personalmente, ma, dal momento che a conoscere i dettagli sugli spostamenti del pentito sono soltanto quattro persone, saranno in molti a sospettare che la talpa sia Calosci. Tonio, intanto, spera di poter proteggere Michela, per questo motivo, farà in modo di allontanarla dalla sua vita. Tuttavia, gli uomini di De Michele anticipano il suo proposito e, dopo averla raggiunta, la uccideranno senza alcuno scrupolo. (Agg. di Fabiola Iuliano)

REPLICA SECONDA PUNTATA: DOVE SIAMO RIMASTI

Nel primo pomeriggio di oggi, domenica 9 giugno 2019, Canale 5 trasmetterà la replica della seconda puntata de L’Onore e il Rispetto Ultimo capitolo. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: durante la tremenda sparatoria, Tonio viene colpito gravemente e viene dato per morto. Diverso tempo dopo, la Polizia fa irruzione in una casa in cui vengono ritrovate diverse armi da fuoco. Una botala conduce poi gli agenti verso i sotterranei, dove viene ritrovata una cella. Nessuno si accorge che sotto ad un cumulo di stracci si nasconde Fortebracci, tenuto prigioniero fin dalla notte della sparatoria. A fatica, riesce finalmente ad uscire e liberarsi. Non ricorda però assolutamente nulla della sua vita precedente. Nel frattempo, Daria è stata promossa e Maino ha ricevuto l’incarico di sostituto Procuratore. Subito dopo, il Commissario viene colto da un malore e trasportato d’urgenza in ospedale. Il suo incarico viene affidato a Daria, che come primo caso si occupa del bracciante agricolo che ha rapito Tonio. L’uomo si dispera: il Padrino è convinto che Fortebracci sia morto da tempo e gli ha nascosto la verità. Due anni prima, De Nicola trasporta Tonio in fin di vita e non appena ristabilito inizia a torturarlo nella cantina in cui lo terrà prigioniero. Nel presente, il bracciante ammette di aver visto in Fortebracci la possibilità di scoprire dove nascondesse i soldi.

Le scariche elettriche delle torture però gli avevano già eliminato ogni traccia della sua memoria. Più tardi, Daria fa visita al Commissario, che la mette in guardia sul giudice e sul fatto che sia sposato. Teme infatti che la sua pupilla possa di nuovo ricascarci. Nel frattempo, Tonio si risveglia in aperta campagna. Rosalinda invece termina gli anni del collegio e viene prelevata dallo zio: il Procuratore intende darla in moglie, grazie alla garanzia della sua verginità. Soccorso dal figlio di Michela, Fortebracci assiste di nascosto all’arrivo di Salvo, mentre De Nicola viene rimproverato da Trapanese per via di un forte ritardo in una consegna. Aiutato dalla sconosciuta, Tonio riesce finalmente a riprendersi. Non ricorda però come si sia procurato quelle ferite di arma da fuoco. Quando la Polizia raggiunge la casa per cercarlo, la donna nega di averlo mai visto. In seguito, Maino decide di dire la verità alla moglie. E’ innamorato di un’altra donna e intende sposarla.

Dopo aver incontrato suor Lucia, De Nicola riesce a far partire di nascosto il carico di droga. Un’impresa sotterranea che tra l’altro coinvolge anche la nonna di Michela, presa di mira da Salvo, che nella notte le ha bruciato la casa. Dopo aver scoperto che lo zio ha deciso di darla in moglie a un Conte, Rosalinda decide di prendere di petto Minniti e rifiuta di averlo come marito. De Nicola è presente e rimane ancora più affascinato dalla determinazione della ragazza. Intanto, Michele riceve una visita di Salvo ed ha la conferma che è stato lui ad uccidere il marito. Prima che l’uomo la colpisca, Tonio lo coglie di sorpresa e lo uccide con un coltello. Quella sera, Maino è ormai convinto di aver messo a tacere la moglie. Non sa che invece la donna sta organizzando un piano alle sue spalle: rimanere incinta ed impedirgli di lasciarla. Mentre De Nicola seduce Rosalinda, Daria informa il Commissario che Tonio aveva scelto di non essere più mafioso e che è ancora vivo. Tonio viene trasportato in Commissariato poco dopo.

ANTICIPAZIONI L’ONORE E IL RISPETTO ULTIMO CAPITOLO DEL 9 GIUGNO 2019

EPISODIO 2 – Tonio non ricorda ancora nulla del proprio passato, ma il Commissario Rolla ha un’idea per stimolare i suoi ricordi. Gli mostra infatti alcune foto della sua famiglia nella speranza di poterlo aiutare a ricordare che cosa gli è accaduto. Il suo obbiettivo ancora una volta è incastrare De Nicola una volta per tutte. Nel frattempo, Rosaldina cerca di sostenere De Nicola in modo che possa entrare a far parte degli ambienti giusti di Sirenuse. L’uomo è diventato anche il suo compagno, ma Rosalinda dovrà superare degli ostacoli per riuscire a portare a termine la sua missione. Nonostante abbia perso la memoria, il ritorno di Fortebracci a Sirenuse non passa inosservato ai suoi nemici. De Nicola e Trapanese non possono sottovalutare la situazione e per questo organizzano un agguato per uccidere Tonio, ma le cose non andranno come previsto. Rosalinda invece chiede a De Nicola di sposarla per rendere legale la loro unione, mentre suor Lucia continua a dimostrare il suo grande amore per il malavitoso spedendo ancora la droga in America.

© RIPRODUZIONE RISERVATA