LUCIA OCONE/ “Con la Marchesini ho capito che ero idiota“ (Le parole della settimana)

- Rossella Pastore

Lucia Ocone, imitatrice e caratterista di Stati generali su Rai 3, è ospite della nuova puntata de Le parole della settimana.

Lucia Ocone
L'attrice Lucia Ocone

Lucia Ocone è tra gli ospiti della nuova puntata de Le parole della settimana, il programma condotto da Massimo Gramellini e in onda ogni sabato sera alle 20.20 su Rai 3. La Ocone, imitatrice e caratterista degli Stati generali di Serena Dandini, si è confessata di recente anche a Vieni da me con Caterina Balivo. L’attrice ha parlato a lungo della sua carriera soffermandosi in particolare sugli inizi, caratterizzati da una parte, dall’orgoglio dei successi; dall’altra, dal rimpianto di non aver mai conosciuto Anna Marchesini. È stata proprio lei, infatti, a spronarla a imboccare questa strada. Non sono mancate le battutine all’indirizzo di Barbara D’Urso, ma anche i momenti indirettamente comici che l’hanno coinvolta direttamente. Lamentandosi di “stare scomoda”, Lucia ha svelato una delle “magagne delle vecchie”, la strategica (e imbarazzante) panciera.

Lucia Ocone e il rapporto con le conduttrici tv

“Mi si vede la panciera della nonna. Mi sveli tutte le magagne delle vecchie? Sapevo che non dovevo venire. Che ne sa lei (Caterina Balivo, ndr) che pesa 30 chili”. Queste le parole di Lucia Ocone durante l’esilarante siparietto a Vieni da me. L’attrice stempera il clima di disagio facendo ricorso alla sua verve comica, e come sempre ci riesce. In seguito, passa in rassegna i trucchetti anti-age delle altre vip. “Vedrai tu tra 10 anni…”, profetizza, rivolta alla Balivo. Che replica: “Mica mi vedrai in tv, tra 10 anni”. “Tra dieci anni ti metterai le luci di quella lì”. “Quella lì” è ovviamente Barbarella. A proposito invece di un’altra conduttrice, Simona Ventura, la Ocone commenta: “È un genio, si fa prendere in giro. Stava al gioco e si faceva massacrare, è una pazza”. Parlando invece di chi non c’è più (Anna Marchesini), Lucia si fa seria: “La amo, grazie a lei ho capito di voler fare la comica… e di essere idiota. Il mio grande rimpianto è non averla conosciuta”.

Le imitazioni di Lucia Ocone

Lucia Ocone è stata lanciata soprattutto a Quelli che il calcio. Proprio a Simona Ventura deve gran parte del suo successo: “Il personaggio dell’infermiera Mimma a Quelli che il calcio? Deriva da un lavoro fatto dai miei autori. Uscì all’epoca uno scandalo e così decisi di fare il personaggio di una infermiera del Policlinico. Simona Ventura si sa prendere in giro e ci siamo morte dalle risate”. Nel suo repertorio ci sono anche le caricature dei personaggi famosi: “L’imitazione di Mina nacque durante le prove di un programma. La figlia poi mi raccontò che lei si divertiva tantissimo per l’imitazione. Poi mi passò la madre e io sono rimasta a fissare il vuoto per tre giorni”. Sempre a proposito di Mina, la Ocone dà un suo giudizio sul presunto antagonismo con Raffaella Carrà: “Amiche o rivali? Secondo me amiche. Sono stata felicissima di conoscerla durante il programma. Lei neanche sapeva che pezzo avrei fatto imitando Mina”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA