Luciano Pavarotti/ L’amore con Nicoletta Mantovani, lotta contro il cancro e la morte

- Stella Dibenedetto

Luciano Pavarotti tra i protagonisti della nuova puntata di Techetechetè: l’amore con Nicoletta Mantovani, la lotta contro il cancro e la morte.

Luciano Pavarotti
Il tenore Luciano Pavarotti

Luciano Pavarotti è uno dei tenori più importanti del mondo. La sua voce e il suo talento hanno conquistato il mondo. Pavarotti ha cantato nei teatri più importanti del mondo contribuendo a far conoscere la musica italiana e napoletana nel mondo. Luciano Pavarotti sarà così uno dei protagonisti della nuova puntata di Techetechetè. La vita del grandissimo tenore è stata intensa sia dal punto di vista artistico che privato. Dopo il primo matrimonio con Adua Veroni, celebrato dopo 8 anni di fidanzamento e coronato anche dalla nascita di tre figlie: Lorenza, Cristina e Giuliana, Pavarotti ha vissuto una seconda vita sentimentale con Nicoletta Mantovani. Il matrimonio con quest’ultima fu celebrato nel 2003. Il loro è stato un grande amore che ha dovuto affrontare anche un terribile lutto. La Mantovani, infatti, incinta di due gemelli perdendo, però, il maschio, Riccardo e abbracciando Alice.

La morte di Luciano Pavarotti: la lotta persa contro il cancro

Accanto a Nicoletta Mantovani e alla piccola Alice, Luciano Pavarotti ha vissuto gli ultimi anni della sua vita combattendo contro il cancro. Nel 2007, al tenore fu diagnosticato un cancro al pancreas contro cui decise di combattere nella sua villa di Modena. Nonostante la malattia, Pavorotti continuò a tenere lezioni di canto. Seppur le sue condizioni non fossero ottimali, apparve l’ultima volta in tv il 16 gennaio 2007 a Porta a Porta. Il 6 settembre 2007, il mondo piangeva la morte di Luciano Pavarotti. Dopo la sua scomparsa, Nicoletta Mantovani, nel 2019, in occasione del dodicesimo anniversario della morte, su Instagram, la Mantovani scriveva: “Sono passati 12 anni da quel terribile giorno in cui è finito tutto. questi siamo noi. eravamo felici. abbiamo affrontato di tutto nella nostra vita, dalle maldicenze (quelle non sono mai mancate, né prima né dopo) alle gioie più grandi, fino alle tristezze da strapparsi il cuore ma non ci siamo mai arresi. Eravamo forti”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA