Luciano Spalletti/ Non è più l’allenatore dell’Inter: è ufficiale

- Mauro Mantegazza

Luciano Spalletti non è più l’allenatore dell’Inter: è ufficiale, comunicato della società sul sito. Ora si aspetta l’annuncio di Conte

Inter, Luciano Spalletti (Facebook)
Luciano Spalletti (da Facebook)

Luciano Spalletti non è più l’allenatore dell’Inter: adesso la notizia è ufficiale. La società nerazzurra ha diffuso il seguente comunicato sul suo sito Internet ufficiale: “FC Internazionale Milano comunica che Luciano Spalletti non ricopre più il ruolo di allenatore della Prima Squadra. Il Club ringrazia Spalletti per il lavoro svolto e per il percorso compiuto insieme”. Si chiude così un cammino durato due stagioni, nelle quali Spalletti ha sempre raggiunto l’obiettivo fondamentale della qualificazione in Champions League, ma in ultima analisi ha pagato il mancato salto di qualità nella seconda stagione. Il quarto posto che nel 2018 era un traguardo da festeggiare, quest’anno ha lasciato una certa delusione, perché l’Inter è rimasta a grande distanza dalla Juventus e anche dal Napoli, soffrendo fino all’ultimo turno come nel campionato precedente. Inoltre pesano le delusioni delle Coppe: tre eliminazioni in Champions League, Coppa Italia ed Europa League arrivate tutte a San Siro. La società evidentemente ne ha tratto la conseguenza che serve un altro cambio per cercare il definitivo salto di qualità e si affiderà ad Antonio Conte, per il quale manca solamente l’annuncio ufficiale dell’arrivo.

LUCIANO SPALLETTI NON È PIÙ L’ALLENATORE DELL’INTER

Luciano Spalletti dunque chiude la sua esperienza come allenatore dell’Inter con un bilancio di 76 partite in campionato con 40 vittorie, 21 pareggi e 15 sconfitte. Comprese le varie Coppe, il totale arriva a 90 partite con 45 vittorie, 26 pareggi e 19 sconfitte, dunque esattamente il 50% di vittorie. Sicuramente gli ultimi sono stati mesi molto difficili per Spalletti, che ha sempre lavorato duramente per il bene dell’Inter pur con tante difficoltà extra-campo: non solo i casi che tutti ben conosciamo, ma anche la malattia del fratello Marcello, al quale Luciano era legatissimo, che è morto nei giorni scorsi – il funerale è stato ieri pomeriggio. Un periodo professionalmente difficile vissuto in contemporanea a questo delicatissimo momento a livello umano: Spalletti merita sicuramente un riconoscimento da parte di tutti i tifosi nerazzurri per come ha condotto mesi difficilissimi. Alla fine la qualificazione in Champions League è arrivata: poteva sembrare l’obiettivo minimo sindacale, tutto considerato invece va giudicato come un traguardo più che significativo, per il quale sicuramente Luciano Spalletti merita un sentito ringraziamento.



© RIPRODUZIONE RISERVATA