Mamma Vannini “invito da Lucarelli a confronto con assassino figlio”/ Nuzzi “indegno”

- Emanuela Longo

Omicidio Marco Vannini, mamma Marina invitata da Selvaggia Lucarelli a un confronto in tv con Antonio Ciontoli: Nuzzi “proposte indegne”

omicidio marco vannini antonio ciontoli
(Storie Italiane)

Fa discutere quanto emerso in queste ore da una nota di Marina Conte, mamma di Marco Vannini, giovane assassinato a Ladispoli nella notte tra il 17 e 18 maggio 2015 con un colpo di pistola esploso da Antonio Ciontoli, padre dell’allora fidanzata Martina. La donna, come riferisce Fanpage.it, ha risposto alle domande che le sono state poste in merito all’intervista di Selvaggia Lucarelli ad Antonio Ciontoli, ospite lo scorso 16 gennaio de “L’Ultima Difesa” su Discovery+. La giornalista ha tentato di capire come mai nei confronti dell’uomo condannato a 14 anni per l’omicidio volontario del giovane ventenne ci sia stato un feroce accanimento a dispetto di altri casi.

Mamma Marina, da anni in attesa di giustizia, in una nota ha voluto dire la sua sull’intervista spiegando: “Molti mi chiedono perché questo signore continui a godere di ampie protezioni e, soprattutto, come sia consentito (trasmettendo ai nostri giovani un messaggio terrificante) ad un condannato per omicidio di andare in televisione a spargere lacrime tardive ed insincere, invece di andare a scontare la sua pena”. La donna, tuttavia, non riesce a darsi una risposta. “Le nostre leggi sono queste, dobbiamo rispettarle e Ciontoli può andare dove vuole e chi vuole (secondo le proprie intenzioni, valutazioni e convenienze) può ospitarlo”.

OMICIDIO VANNINI, MAMMA INVITATA A CONFRONTO TV CON CIONTOLI

Marina Conte, mamma di Marco Vannini, tuttavia, ha anche reso un retroscena inedito, svelando: “È giusto che si sappia, che io (tramite il mio avvocato, che immediatamente comunicò uno sdegnato rifiuto) fui invitata a partecipare a quell’intervista per “confrontarmi” con Antonio Ciontoli”. La donna ha voluto ribadire un aspetto sul quale si sono sollevate le critiche: “Avete capito bene: avrebbero voluto che partecipassi ad un “confronto” con l’assassino di mio figlio! Ma questa indecenza non è stata sufficiente: mi hanno anche negato la possibilità di replicare”. Mentre la signora Marina attende fiduciosa la sentenza definitiva della Cassazione, il giornalista Gianluigi Nuzzi, attraverso il suo profilo Instagram ha commentato con parole durissime le ultime vicende. Nella didascalia al breve filmato ha scritto: “Selvaggia Lucarelli ha invitato la madre di Marco Vannini a un confronto televisivo con l’assassino del figlio Antonio Ciontoli. Sì, avete capito bene: un confronto in tv con chi ha ucciso suo figlio”. Prima di riportare le parole della madre di Marco Vannini, Nuzzi ha proseguito: “Mi sembra chiaro che la #crudeltà della famiglia Ciontoli, evidenziata nelle motivazioni della sentenza del processo d’appello bis, si sposa alla perfezione con queste proposte INDEGNE”. Nel video il padrone di casa di Quarto Grado ha infierito sulla Lucarelli sottolineando come sia diventata giornalista pubblicista “a 44 anni”, ed ha ricordato il suo passato recente da “giudice di una trasmissione di ballo”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gianluigi Nuzzi (@gianluigi.nuzzi)



© RIPRODUZIONE RISERVATA