Marcell Jacobs si ferma: torna nel 2022/ Problemi al ginocchio: niente Diamond league

- Michela Colombo

Marcell Jacobs si ferma e annuncia il rientro per il 2022: stanchezza e un piccolo problema al ginocchio dietro lo stop dell’azzurro. Salta la Diamond league.

Jacobs
Marcell Jacobs (da Facebook)

Dopo le imprese alle Olimpiadi di Tokyo 2020, Marcell Jacobs ha annunciato un piccolo stop: complice dei problemini registrati al ginocchio, l’oro a cinque cerchi dei 100 m ha deciso di fermarsi e dare appuntamento direttamente alla stagione 2022 della grande atletica. L’annuncio è arrivato giusto poco fa tramite le stories su Instagram del profilo ufficiale dello stesso velocista azzurro: alla domanda di un follower su quali sarebbero stati i prossimi appuntamenti in pista, Marcell Jacobs ha risposto laconicamente con con un “2022” e l’emoj della clessidra, per far capire la lunga attesa che dovremo sostenere per riavere sotto ai riflettori il nostro beniamino. Da segnalare che sulla carta Jacobs avrebbe dovuto prendere parte alle ultime tappe della Diamond league e già era atteso al banco di prova statunitense a Eugene, il prossimo 21 agosto. Pure l’azzurro non sarà in Oregon per il Prefontaine Classic e dunque dovremo attendere l’inizio della nuova stagione dell’atletica Outdoor.

JACOBS SI FERMA E TORNA NEL 2022: NIENTE DIAMOND LEAGUE PER L’AZZURRO

Dunque stop per Jacobs fino al 2022: ma perchè il velocista azzurro si è fermato? Ufficialmente il campione olimpico dei 100m non ha specificato le ragioni di tale mossa, ma possiamo facilmente individuarle. Un’edizione incredibile ma faticosissima dei giochi nipponici (con sette ore di fuso da smaltire in pochi giorni), la voglia di stare un po’ con la famiglia dopo le imprese a cinque cerchi e anche un problemino al ginocchio che pure lo tormente da qualche giorno, di cui pure ci aveva fatto parola anche qualche settimana fa. Era stato dopo la staffetta 4x100m vinta dall’Italia che Jacobs aveva accennato a un persistente problema alla cartilagine del ginocchio: guaio che si è ripresentato anche dopo i primi allenamenti all’Acquacetosa occorsi in questi giorni. Da qui dunque la scelta di preservarsi e riposare: non sarebbe stata scelta saggia quella di presentarsi non al top della forma e rischiare di fare brutte figure dopo Tokyo 2020 in casa americana.



© RIPRODUZIONE RISERVATA