Marco Giallini, troppe canne in tv/ Rocco Schiavone retrocesso su Rai 2

Rocco Schiavone torna su Rai 2 per colpa delle canne: era stata inizialmente annunciata sulla rete ammiraglia

rocco schiavone 2018 fiction poster
Rocco Schiavone 2

La fiction Rai, Rocco Schiavone, con protagonista il grande Marco Giallini, dovrà traslocare nuovamente da Rai Uno a Rai Due. Stando a quanto rivelato dai colleghi di Dagospia, infatti, la serie tv con protagonista il burbero vice questore, nato dalla penna di Antonio Manzini, dovrebbe lasciare la rete ammiraglia della televisione pubblica, per ritornare sul secondo canale, perché politicamente scorretta. Sarebbe tutta colpa delle canne che appunto Rocco Schiavone si fuma spesso e volentieri durante le puntate, e che già negli scorsi mese avevano creato un putiferio. Ad alzare la voce erano stati precisamente gli esponenti della Lega e di Forza Italia, storicamente contrari ad ogni tipo di droga, a cominciare da quelle leggere, che avevano appunto puntato il dito nei confronti di Schiavone e del suo sbagliato esempio.

ROCCO SCHIAVONE TORNA SU RAI 2

E pensare che la serie tv era stata annunciata negli scorsi mesi, in occasione della presentazione dei palinsesti Rai, e sarebbe dovuta partire su Rai Uno dal 25 novembre in prima serata, subito dopo la fine di Montalbano. Niente da fare però, le polemiche hanno indotto la tv pubblica a ri-spostare Schiavone sulla rete di Freccero, e se tutto sarà confermato dovrebbe partire fra pochi giorni, precisamente il 2 ottobre, e concludersi il 23. La fiction con Giallini aveva fatto registrare ottimi ascolti nella passata stagione, con circa 2/3 milioni di spettatori ad ogni puntata, ed uno share sempre oscillante fra l’11 e il 13 per cento. La messa in onda prima del previsto di Rocco Schiavone obbligherà ad uno slittamento di “Volevo Fare La Rockstar”, serie tv inedita sempre firmata Rai, che sarebbe dovuta iniziare proprio il 2 ottobre, ma che a questo punto potrebbe slittare al 30, dopo appunto la messa in onda del burbero vice questore.



© RIPRODUZIONE RISERVATA