Margareth Madè, moglie di Giuseppe Zeno/ “Il primo parto è stato faticoso ma ora..”

- Hedda Hopper

Margareth Madè, moglie di Giuseppe Zeno, pronta a diventare mamma bis ma senza dimenticare la carriera, presto tornerà in pista?

giuseppe_zeno_margareth_made
Margareth Madè e Giuseppe Zeno

Bella, attrice e con gli occhi pronti a catturare l’attenzione di tutti, soprattutto quella del marito Giuseppe Zeno. Tutto questo è Margareth Madè, la donna che ha conquistato il suo collega e che ha messo al mondo già la loro prima figlia Angelica prima di annunciare, il mese scorso, la sua seconda gravidanza sui social. Il suo nome è Margareth Tamara Maccarrone, ha 37 anni, è nata a Paternò ed è cresciuta nella Sicilia più profonda tra Pachino e Adrano, fino a che non ha deciso di seguire la strada del successo e della recitazione che spesso la porta in giro per l’Italia. La Sicilia è comunque rimasta nel suo cuore tanto che, proprio quattro anni fa, ha sposato il suo Giuseppe Zeno in quel di Ortigia. Da allora i due sono inseparabili e tra un set e l’altro sono riusciti a mettere su famiglia e adesso attendono con ansia il loro secondo bambino.

MARGARETH MADE’ PRONTA PER IL SUO SECONDO FIGLIO

L’annuncio della seconda gravidanza è infatti arrivato il mese scorso, al settimo mese, con uno scatto su Instagram in cui ha mostrato il suo pancione. L’amore è nell’aria in casa Zeno-Madè e presto avremo modo di conoscere il quarto componente della famiglia che dovrebbe nascere il mese prossimo. La loro unione è più forte che mai tanto che la stessa Margareth Madè, in tempi non sospetti, ha spiegato: “Ci siamo guardati negli occhi e poi non abbiamo più smesso” mentre condividendo sui social lo scatto del pancione ha annunciato: “Benvenuto giugno, il bebè numero due è in arrivo”. I due attori sperano che questa volta il parto sia meno faticoso di quello di Angelica visto che lo stesso Giuseppe Zeno ha raccontato: “Il travaglio è durato 12 ore, una sofferenza incredibile. Ho assistito in tutti i sensi al parto, perché ho anche aiutato. Non mi aspettavo che i medici mi rendessero partecipe”. Farà lo stesso anche per il secondo bebè in arrivo? Lo scopriremo presto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA