Mariasole Polli/ Dal film “Se son rose” di Leonardo Pieraccioni al Battiti Live

- Emanuele Ambrosio

Mariasole Pollio torna a Battiti Live dopo le esperienze come attrice in “Don Matteo” e nell’ultimo film “Se son rose” di Leonardo Pieraccioni

Mariasole Pollio Instagram 640x300
Mariasole Pollio (Instagram)

Mariasole Pollio da Battiti Live al Coca Cola Summer Festival

Mariasole Pollio torna a Battiti Live dopo le esperienze come attrice in “Don Matteo” e nell’ultimo film “Se son rose” di Leonardo Pieraccioni. La influencer e attrice a soli 18 anni si ritrova con un curriculum di esperienze davvero importanti. Intervista dalla gazzettadelmeggiorno.it ha raccontato: “ogni volta dico sempre che è come se fosse la prima. Battiti per me è una famiglia, è una gioia essere tornati dal vivo a vedere le piazze piene, è una nuova vita, una boccata d’aria. Io sono rimasta la stessa degli esordi, con l’entusiasmo, la voglia di far festa, di divertirmi, ma oggi ho più consapevolezza, mi concedo la volontà di non badare al copione, di rilassarmi a contatto con il pubblico, e tornare a farlo dopo due anni di stop è stato meraviglioso”.

Quest’anno è la presentatrice del Coca Cola Summer Festival, il festival di musica itinerante che farà tappa a Lignano Sabbiadoro (Ud), Rimini e Paestum: “questa volta sarà più grande perché avrò una maggiore responsabilità. È un onore per me essere stata scelta, mi piacciono le scommesse e darò il massimo, arrivo dalla grande energia di Battiti e c’è voglia di continuare la festa dell’estate. E poi sono felice per i miei amici, che da anni fanno il tifo per me”.

Mariasole Pollio: da Don Matteo alla fama

La carriera di Mariasole Pollio è in ascesa. Dopo Battiti Live, Coca Cola Summer Festival, la fiction “Don Matteo” e il film con Leonardo Pieraccioni prossimamente sarà tra le protagoniste del docu-film «Pooh – Nell’anima». “Ho un po’ di progetti in ballo, il docu-film, prodotto da One More Pictures con Rai Documentari, intreccia una fiction, di cui sono protagonista, con momenti veri e propri della carriera della band. E poi c’è stata una bellissima call to action lanciata per i fan dei Pooh protagonisti con dei videomessagg” – ha rivelato la star dei social che ha comunicato a farsi notare a soli 13 anni su TikTok.

“Ho iniziato a 13 anni, TikTok era diversissimo, esistevano i raduni, le crew, e i social solo oggi sono intesi come un vero e proprio lavoro. C’è stata una grande evoluzione, un bene per il mio lavoro, ma bisogna fare attenzione a non perdersi nei meandri infiniti di internet” – ha detto la Pollio che a soli 18 anni è già una star. “Sono grata per aver avuto l’opportunità di realizzare i miei sogni, e per aver incontrato persone che hanno creduto in me e continuano a stimolarmi e ad ascoltare, compresa la mia famiglia, parte integrante di questo viaggio. Mi è mancata un po’ di leggerezza: ho avuto le mie responsabilità fin da piccolissima, ho sempre visto le cose con un occhio più grande e più maturo. Ma fa parte del gioco” ha confessato.





© RIPRODUZIONE RISERVATA