Mario Scotti Galletta è morto/ Fu campione del Mondo di pallanuoto nel 1978

- Mauro Mantegazza

Mario Scotti Galletta è morto: fu campione del Mondo di pallanuoto nel 1978, vinse anche quattro scudetti e una Coppa dei Campioni. Aveva 70 anni.

Mario Scotti Galletta
(dal web)

Mario Scotti Galletta è morto a 70 anni: fu un grande portiere di pallanuoto, titolare della Nazionale Italiana per molti anni e uno dei leader del Settebello che vinse il Campionato del Mondo di pallanuoto nel 1978 a Berlino. Scotti Galletta era noto anche per aver preso parte al famoso film di Nanni Moretti “Palombella Rossa” e diede linfa vitale anche alla pallanuoto femminile, ponendo le basi per i tanti trionfi del Setterosa. Mario Scotti Galletta aveva festeggiato i 70 anni lo scorso 5 maggio. Tra i tanti successi della sua carriera nella pallanuoto, Scotti Galletta è stato campione d’Italia quattro volte con la Canottieri Napoli di Fritz Dennerlein, vincendo lo scudetto curiosamente sempre negli anni dispari (1973, 1975, 1977, 1979), inoltre vinse la Coppa dei Campioni e come detto il Mondiale con l’Italia nel 1978, il primo dei quattro titoli iridati per la pallanuoto italiana maschile. Con il Settebello ottenne anche un bronzo ai Campionati Mondiali nella precedente edizione del 1975. Due anni fa il presidente del CONI Giovanni Malagò gli conferì il Collare d’Oro al Merito Sportivo, il massimo riconoscimento per un atleta italiano.

MORTO MARIO SCOTTI GALLETTA

Di Mario Scotti Galletta ricordiamo anche un “passaggio” al cinema, essendo stato uno dei protagonisti dello storico film di Nanni Moretti “Palombella Rossa”, nel quale la pallanuoto ha un ruolo di spicco. Scotti Galletta, da buon portiere, in quel film parò un rigore a Michele Apicella, funzionario del PCI, personaggio interpretato dallo stesso Moretti, notoriamente appassionato di pallanuoto. Infine ricordiamo che Mario Scotti Galletta fu decisivo per lo sviluppo della pallanuoto femminile italiana: in un Paese come il nostro, di enorme tradizione al maschile, proprio in occasione del Mondiale vinto nel 1978 Scotti Galletta vide una esibizione di pallanuoto femminile e capì che anche da noi doveva svilupparsi il movimento rosa. Contattò la nazionale olandese, la ospitò a Napoli e diede il là a un fenomeno che ha dato gloria all’Italia con il Setterosa, permettendo di dire senza ombra di dubbio che la pallanuoto tra uomini e donne è lo sport di squadra più vincente per l’Italia. Dunque non solo la pallanuoto, ma tutto lo sport italiano oggi piangono un grande campione come Mario Scotti Galletta, che purtroppo ci ha lasciati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA