Masterchef Italia 2020, 6a puntata/ Maria Teresa isolata, eliminati Fabio e Gianna

- Stella Dibenedetto

Masterchef Italia 2020, eliminati sesta puntata 23 gennaio: eliminati Gianna e Fabio. Maria Teresa, isolata dal gruppo, si scaglia contro tutti.

masterchef italia 2019 min
La giuria di Masterchef Italia 9 - Foto Facebook

La sesta puntata di Masterchef Italia 2020 si è conclusa con l’eliminazione di Gianna e Fabio. Tuttavia, i riflettori sono rimasti puntati anche su Maria Teresa, l’aspirante chef che sta attirando le attenzioni dei giudici, ma che non è ancora riuscita a fare gruppo ritrovandosi, di fatto, isolata da tutti. Dopo aver indossato i grembiuli neri del Pressure Test, Maria Teresa ha accusato Antonio di non aver guidato bene la loro brigata. Per mantenere il proprio posto nella cucina di Masterchef, Maria Teresa ha sfidato Fabio nell’ultima sfida. Tutti gli altri concorrenti non hanno nascosto di sostenere Fabio, ma a vincere è stata Maria Teresa che, al termine della prova, ha lanciato una frecciatina agli altri concorrenti. “Tifavano tutti per Fabio, che mi stiano alla larga”, ha detto. Determinata e ambiziosa, Maria Teresa troverà un modo per socializzare con i compagni d’avventura? (Aggiornamento di Stella Dibenedetto).

MASTERCHEF ITALIA 2020, DIRETTA 6A PUNTATA

La prima tappa del pressure test viene vinta da Antonio. Vincenzo sfida quindi Francesca con la frittata di cipolle, ma viene sconfitto. Ci riprova quindi contro Marisa con le polpette al sugo. Stavolta riesce a salvarsi. Marisa sceglie quindi di sfidare Fabio con la pasta alla norma, Luciano ci rimane un po’ male visto che sarebbe stato il suo piatto essendo siciliano. Marisa riesce a salvarsi. Fabio sfida quindi Luciano con lo zabaglione con i frutti rossi gratinati. Lo sfidato non la prende bene, visto che sui dolci si sente negato. Tuttavia è proprio lui a salvarsi. Fabio non ha molta scelta: gli resta Maria Teresa con le linguine al pesto. Alla fine a salire in balconata è Maria Teresa. Fabio viene quindi eliminato. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

LA VITTORIA DELLA SQUADRA ROSSA

Le squadre avranno a disposizione un briefing con la chef indiana Ravinder Bhogal. La squadra rossa potrà contare su 20 minuti di consigli, avendo Milenys vinto l’Invention Test, mentre quella blu solo 10. Entrambe le brigate sembrano in difficoltà con i samosa e in estremo ritardo. La squadra blu finisce prima la preparazione di tutti i piatti e schernisce gli avversari. Tuttavia sono i rossi a vincere. Dunque i blu, insieme a Vincenzo, finiscono al pressure test. Maria Teresa finisce sotto accusa per come ha preparato le melanzane. Ma anche la mancanza di spirito di collaborazione di Luciano viene stigmatizzata. Inizia il pressure test, una sorta di maratona di sfide con dei piatti della tradizione. Antonio, come capitano, può scegliere chi sfidare per il primo piatto e fa il nome di Vincenzo per preparare dei salti in bocca alla romana. Chi vincerà si salverà, chi perderà dovrà sfidare un altro membro della brigata con un altro piatto. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

INIZIA LA PROVA IN ESTERNA

La prova in esterna porta i concorrenti a occuparsi del banchetto di un matrimonio indiano. Milenys, avendo vinto l’Invention Test, comanderà una delle brigate. Il menù rosso è onnivoro, mentre quello blu vegeteriano. La concorrente sceglie il rosso e nomina capitano della squadra blu, optando per Antonio. Locatelli spiega però che, essendo i concorrenti in numero dispari, chi non verrà scelto dai capitani finirà direttamente al pressure test. Milenys sceglie Davide, Giulia, Nicolò, Annamaria e Giada. Antonio invece Luciano, Marisa, Francesca, Maria Teresa e Fabio. Vincenzo finisce quindi al pressure test. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

GIANNA ELIMINATA

Per l’Invention Test viene presentato l’agrumicoltore Niels Rodin, che ha portato ben sei diversi tipi di agrumi, in ordine di difficoltà di utilizzo in cucina, dal limone caviale al faustrime. Giada potrà quindi abbinare ogni agrume a due concorrenti e avrà il vantaggio di fare la spesa con Rodin. Per sé la copywriter sceglie la mano di Buddha. Gli agrumi più difficili li assegna a Davide, Nicolò, Luciano e Francesca. I concorrenti iniziano la prova avendo a disposizione 45 minuti. Marisa e Maria Teresa decidono di puntare su un dolce. Finito il tempo iniziano gli assaggi, a cominciare da Giada. Il piatto non convince Locatelli. Milenys lascia il segno con i suoi cappellacci. Convince anche il dolce di Maria Teresa. Funziona anche il piatto di Fabio, così come quello di Luciano. I giudici alla fine decidono di premiare Milenys. I tre peggiori sono invece Giada, Gianna e Vincenzo. Alla fine viene eliminata Gianna. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

GIADA VINCE LA PROVA

I concorrenti sembrano molto contenti di misurarsi con la preparazione del cous cous. Davide sembra voler puntare su una ricetta che ha a che fare con il Giappone. Nicolò non ha mai cucinato il cous cous e pare intenzionato a voler unire, con il suo piatto, la Toscana e la Sicilia. Passati i 60 minuti, i giudici cominciano a girare tra i banchi per scegliere i piatti da assaggiare. Il primo concorrente a essere chiamato è Davide: il suo piatto convince Barbieri. Viene poi fatto il nome di Nicolò. Locatelli rimane colpito da come ha unito il sapore di mare con il fegato. Il terzo miglior piatto è quello di Giada. I giudici decidono di premiare proprio lei, che avrà quindi un vantaggio all’Invention Test, che ha come protagonisti gli agrumi. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

MISTERY BOX CON COUS COUS

Su Sky Uno è cominciata una nuova puntata di Masterchef Italia 2020. Per la Mistery Box i concorrenti trovano gli ingredienti e il coccio per preparare il cous cous. I giudici presentano Benedetta Schifano, pronta a spiegare i segreti di questa pietanza e la sua preparazione passo a passo fino all’incocciamento nella mafaradda. Passi che i concorrenti dovranno ripetere fino alla cottura. Avranno un’ora di tempo e potranno ovviamente personalizzare la ricetta per far emergere le proprie peculiarità. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

OSPITE NIELS RODIN

Stasera, giovedì 23 gennaio 2020, va in onda il sesto appuntamento con MasterChef Italia. La nuova edizione del talent culinario sta riservando ai telespettatori grandi sorprese. Dopo la doppia eliminazione della scorsa settimana, gli aspiranti chef si preparano per un’esterna particolare che sarà però ricca di insidie. Prima della prova in esterna in stile Bollywood, i concorrenti dovranno affrontare il temuto Invention Test. Stavolta i protagonisti assoluti saranno gli agrumi, e sarà Niels Rodin a portarli nelle cucine di MasterChef Italia. Rodin è infatti un agrumicoltore d’eccellenza e terrà per i concorrenti una piccola lezione su questo particolare elemento culinario in modo che possa essere sfruttato al meglio, in primis nella prova di questa sera. (Aggiornamento di Anna Montesano)

ANTICIPAZIONI SESTA PUNTATA MASTERCHEF ITALIA 2020

Giovedì 23 gennaio, alle 21.15 su Sky e Now Tv, torna l’appuntamento con Masterchef Italia 2020. Dopo l’eliminazione di Domenico e Andrea, i 14 aspiranti chef ancora in gara, cominciano a pensare alla finale. Il percorso è ancora molto lungo, ma i concorrenti sono pronti a fare l’impossibile per arrivare fino in fondo all’avventura. La sesta puntata sarà così ricca di insidie e pericoli da superare per i concorrenti che cercheranno di conquistare la fiducia dei giudici Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo, Giorgio Locatelli che, anche questa sera, manderanno a casa quegli aspiranti chef che non supereranno le varie prove che, puntata dopo puntate, stanno diventando sempre più complicate. Anche questa sera, a rendere più frizzante l’atmosfera nella cucina più famosa d’Italia sarà la presenza di due ospiti ovvero l’illustre agrumicoltore Niels Rodin e la chef indiana Ravinder Bhogal. 

MASTERCHEF ITALIA 2020: COUS COUS PROTAGONISTA DELLA MISTERY BOX

La sesta puntata di Masterchef Italia 2020 si aprirà con la Mistery Box che sarà particolarmente affascinante per la fusione di mondi diversi. Tradizioni, cultura, famiglia, affetti e, più in generale, di unione fra i popoli saranno gli ingredienti della Mistery Box dedicata al cous cous, un piatto non solo molto gustoso, ma che è anche un grande significato simbolico. I concorrenti dovranno cercare di preparare un piatto gustoso anche se la prova sarà particolarmente ardua. Solo il giusto mix di ingredienti, infatti, consentirà agli aspiranti chef di superare la prova e di conquistare l’esigente palato dei giudici che cominciano a pretendere il massimo dai concorrenti non perdonando il più piccolo errore. Solo un concorrente riuscirà ad ottenere un notevole vantaggio che potrà sfruttare nell’Invention Test.

MATRIMONIO INDIANO NELLA PROVA IN ESTERNA

Protagonisti dell’Invention Test saranno gli agrumi portati da Niels Rodin. L’illustre agrumicoltore presenterà ai concorrenti le diverse varietà di agrumi, il loro diverso grado di difficoltà e i metodi di trattamento di ciascuno. Il migliore della prova guiderà la propria brigata nella prova successiva che si svolgerà il loro diverso grado di difficoltà e i metodi di trattamento di ciascuno. Gli aspiranti chef dovranno occuparsi del banchetto di un matrimonio indiano cimentandosi nella preparazione di specialità tipiche indiane nel rispetto della tradizione culinaria del Paese. Chi non supererà la prova, dovrà affrontare il temutissimo Pressure Test che, questa sera, sarà più spietato che mai.

© RIPRODUZIONE RISERVATA