Maturità 2023 “Sette consigli per prepararsi”/ La prof “veterana” prepara gli alunni

- Vanna Lavagna

Esiste un modo per affrontare al meglio la maturità? La Prof. Zanone, del Liceo Classico Carducci di Milano, ha fornito agli studenti sette suggerimenti per superare le prove.

maturità consigli maturità consigli

Affrontare la maturità al meglio richiede il giusto metodo di studio. E chi meglio di un’insegnante che partecipa da 40 anni agli esami di stato può dare suggerimenti? I consigli, oltre ad essere mirati e personalizzati a seconda dello studente e a quelle che magari possono essere le sue carenze, possono essere sfruttati da tutti i maturandi indistintamente. Si chiama Chiara Zanone, ed insegna matematica e fisica al Liceo Classico Carducci di Milano. In via preliminare la docente, per il tramite del Corriere della Sera, consiglia agli studenti di focalizzarsi sui propri punti di forza e sui propri punti deboli, cercando anche di capire ciò che di essenziale ciascuna disciplina suscita nell’intimo.

Ogni ragazzo dovrebbe, secondo la docente, “interrogarsi sui propri desideri, le esigenze di conoscenze, di verità, di giustizia. Insomma, le domande che uno ha dentro di sé. Se si ha questa capacità di osservarsi, in ogni disciplina si troverà qualcosa di essenziale, che muove il cuore, che crea interesse. È come in un coro. Hanno studiato per 13 anni, la tecnica ce l’hanno, gliela abbiamo insegnata. L’esame è il momento del canto.”

Sette dritte per superare la maturità

Tra i consigli della Prof. Zanone per superare la maturità compare l’importanza della lettura del testo. Sebbene appaia scontato infatti gli studenti sembrano a volte non soffermarsi ad approfondire, arrivando ad intuizioni sbagliate che potrebbero poi compromettere le risposte in sede di prova. Venendo poi al ripasso, fondamentale per arrivare preparati il giorno della maturità, questo dovrebbe essere fatto in maniera organizzata, concentrandosi quindi sui singoli argomenti e non sull’intero programma in maniera confusionaria. Un altro aspetto affrontato poi dall’insegnante è quello che attiene all’alternativa tra lo studio solitario o in compagnia. Solitamente la scelta è soggettiva ma la professoressa ritiene che studiare in gruppo, tra persone dello stesso livello di preparazione, possa essere utile anche per ragioni di confronto tra simili.

Tra gli ultimi suggerimenti c’è poi quello delle maratone di studio immersi sui libri, da alternare con attività di svago per ‘staccare’ la mente e rigenerarsi in un certo senso. Infine Chiara Zanone ha voluto dare un ultimo consiglio di vita più che sul modo di affrontare l’esame di stato: “L’esame di maturità è un passaggio importante e vale la pena portar via tutto il buono dell’esperienza. Ma fuori c’è la vita, ci sono orizzonti straordinari. Se uno tiene in mente questo, l’affronterà meglio.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Scuole Superiori

Ultime notizie