Memo Remigi e Maria Ermachkova, Ballando con le stelle/ Carolyn Smith gli sfida, è ora di curare la tecnica

- Matteo Fantozzi

Memo Remigi e Maria Ermachkova sono chiamati a una prova da Carolyn Smith a Ballando con le Stelle, la donna li vorrebbe meno comici e magari più sensuali. Ci riusciranno?

Maria Ermachkova Memo Remigi Instagram 640x300
Maria Ermachkova e Memo Remigi (Instagram)

Memo Remigi e Maria Ermachkova, meno goliardici a Ballando con le Stelle 2021?

Memo Remigi e Maria Ermachkova hanno ripreso gli allenamenti per preparare la nuova coreografia di Ballando con le Stelle 2021. Carolyn Smith ha lanciato alla coppia una sfida: presentarsi con un ballo meno goliardico ma più sensuale come una rumba, un tango oppure un paso. La ballerina ha accettato la sfida e in anteprima ha annunciato nel salotto di Serena Bortone che sabato prossimo Memo stupirà tutti, si cambierà genere e scenderà in pista completamente diverso. Grazie al televoto Remigi-Ermachkova sono passati diretti alla settima puntata, il merito è stato anche dei 25 punti del tesoretto assegnati da Alberto Matano non condivisi da Selvaggia Lucarelli che avrebbe visto allo spareggio Memo Remigi contro Andrea Iannone, piuttosto che Bianca Gascoigne e Alvise Rigo. Memo ha dimostrato che le critiche gli scivolano addosso, ma a questo punto se vuole restare ancora in gara deve premere il piede sull’accelleratore.

Lo scorso sabato sera per Memo Remigi non è stata la serata migliore, ha rischiato di andare allo spareggio, miracolato dal tesoretto, ha passato il turno indenne, ma nella prossima puntata dovrà alzare l’asticella. Una parte del pubblico tifa per il cantante che lo reputa una persona gentile ed elegante. Anche Mariotto preferisce la versione da signore-romantico e Memo già lo ha dimostrato di esserlo, ma ora deve aggiungere la sensualità, anche se preferisce nel ballo il divertimento. Maria Ermachkova nel salotto di Serena Bortone ha precisato di quanto lavoro e impegno ci sia dietro la preparazione di una coreografia, Memo la contagia con la sua leggerezza, mentre lei con la disciplina. Chi sostiene la coppia ritiene che Memo non se la cava male, però adesso il cantante dovrà camminare con le sue forze senza il sostegno di punti extra.

Ballando con le Stelle 2021: Memo Remigi e Maria Ermachkova, trionfa la simpatia

Memo Remigi e Maria Ermanchkova nella sesta puntata di Ballando con le Stelle hanno entusiasmato il pubblico e la giuria con la “Prova speciale”, l’uomo lasciato da solo in mezzo alla pista, si è esibito facendosi trascinare dalle note di “Scatman” un grande successo degli anni novanta. La sua performance è stata divertente, ha ricreato l’effetto dell’ultimo dell’anno, dimostrando che in solitario riesce a esprimersi liberamente. Con Maria Ermachkova invece ha presentato un jive vestito da Elvis Presley. Questa esibizione non ha avuto lo stesso effetto eclatante del charleston della scorsa settimana che gli ha fatto guadagnare ben tre 10. Nonostante i passi siano stati perfetti, con un leggero fuori tempo che è stato subito corretto, Memo non ha convinto la giuria che si aspettava di vedere qualcosa di più. Tutti hanno concordato nel dire che da parte del concorrente c’è stato un passo indietro, si è presentato con una coreografia basica, eseguita bene, ma niente di eccezionale.

Nella clip di presentazione, il figlio di Memo ha parlato del bel rapporto confidenziale che lo lega al padre. Si ritiene una persona fortuna perché la madre è stata una figura di riferimento per la sua formazione educativa, mentre Memo ha rappresentato come genitore la parte affettiva. Con il cantante ha trascorso i momenti più belli legati alla sua adolescenza, hanno condiviso insieme lo sport, la musica, il divertimento in generale. Memo Remigi è molto contento di partecipare al programma di Milly Carlucci perché gli sta dando tanta vitalità che purtroppo aveva perso dopo la scomparsa della moglie. Il figlio nel vederlo ballare è contento, perché in questo momento il padre sta dando il meglio di sè e poi non è soltanto un esempio positivo per la sua generazione, ma anche per le persone più giovani che metterebbero la firma per arrivare a ottant’anni come è adesso suo padre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA