MERCEDES BRABUS S550/ La pressione delle gomme è costata la vita a Reyes?

- Bruno Zampetti

José Antonio Reyes è morto in un incidente stradale mentre era alla guida di una Mercedes Brabus S550, una vettura particolare e derivata da un modello di serie

mercedes brabus s550
Mercedes Brabus S550

La Mercedes Brabus S550 è la macchina protagonista dell’incidente che è costato la vita all’ormai ex calciatore José Antonio Reyes. Secondo la ricostruzione di Mundo Deportivo, che ha avuto accesso ai verbali della polizia, pare che non sia stata l’alta velocità a far perdere il controllo della vettura al ragazzo quanto l’esplosione di un pneumatico. Dai rilievi fatti pare che la macchina non venisse utilizzata molto, spesso parcheggiata nel garage di Reyes grande appassionato di macchine sportive. La lunga sosta potrebbe di fatto aver portato la pressione delle gomme sotto il livello di guardia e quindi favorendo l’esplosione a contatto con l’asfalto a una velocità totalmente inaccettabile. Al momento non ci sono conferme su quanto accaduto, ma di certo se il motivo fosse legato al poco utilizzo della vettura la vicenda assumerebbe contorni sempre più paradossali. (agg. di Matteo Fantozzi)

MERCEDES BRABUS S550, L’AUTO DI REYES

Si sta parlando molto in queste ore del tragico incidente stradale avvenuto in Spagna costato la vita a José Antonio Reyes, calciatore spagnolo in forza all’Extremadura, ma con un passato in club blasonati come Real Madrid, Atletico Madrid, Siviglia e Arsenal. Secondo le prime ricostruzioni,  riportate da Mundo Deportivo, l’uomo stava viaggiando sulla A376 da Siviglia verso la sua città natale Utrera, quando lo scoppio di uno pneumatico ha causato il ribaltamento, l’uscita di strada e l’incendio della sua vettura, una Mercedes Brabus S550. A determinare l’esito fatale dell’incidente pare sia stata anche la velocità tenuta da Reyes, stimata in 237 km/h, contro il limite vigente su tutte le autostrade spagnole pari a 120 km/h. Tra tanti internauti c’è un po’ di curiosità anche sull’auto che Reyes stava guidando, come detto una Mercedes Brabus S550. È importante in questo senso fare una premessa: come altri suoi colleghi, lo spagnolo era un patito di auto, sembra però che non usasse da un po’ quella su cui ha poi trovato la morte, tanto che Mundo Deportivo ipotizza che potesse per questo avere gli pneumatici un po’ sotto la pressione giusta.

L’AZIENDA BRABUS

Chiariamo anzitutto che cosa sia il nome “Brabus” che compare dopo il noto marchio Mercedes nel nome del modello dell’auto di Reyes. Si tratta di un’azienda che ha sede a Bottrop, vicino a Dusseldorf, che offre modifiche sia estetiche che motoristiche e componentistiche, per modelli piuttosto esclusivi, in particolare di Mercedes, Smart e Maybach, ma che ha anche elaborato una Tesla Roadster. Dunque Brabus svolge un’attività diversa da quella di AMG, azienda che si occupa della progettazione e realizzazioni di modelli sportivi esclusivamente per Mercedes. Reyes non stava quindi guidando una vettura di serie della Mercedes, ma un’auto ancora più esclusiva, e verosimilmente più sportiva nelle prestazioni, tanto che, come gli altri modelli della Brabus, non aveva sul cofano la consueta stella a tre punte, ma una B bianca su sfondo nero, marchio appunto della Brabus. Sul sito dell’azienda tedesca non si trovano dettagli sulla vettura, ma tanto per dare un’idea, la 650 cabrio, accelera da 0 a 100 in 3,9 secondi, raggiunge i 320 km/h.

© RIPRODUZIONE RISERVATA