MESSAGGIO MADONNA DI MEDJUGORJE OGGI 25 MARZO/ “Pace e speranza in Dio…”

- Niccolò Magnani

Oggi 25 marzo il messaggio della Madonna di Medjugorje a Marija: l’attesa per l’intenzione di pace, il cuore di Maria e il dramma della guerra

Mirjiana Dragicevic Soldo
Madonna di Medjugorje, apparizione a Mirjiana Dragicevic (LaPresse, 2018)

Cresce l’attesa per il Messaggio della Madonna di Medjugorje. Nel frattempo i fedeli possono affidarsi alla preghiera di Papa Francesco nella Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria di Russia e Ucraina. Ma si può riflettere anche sulle parole che ha affidato a Mirjana il 18 marzo. “Cari figli! Con amore materno vi invito a guardare a mio Figlio con piena forza, fede e fiducia. Apritegli il vostro cuore e non abbiate paura. Perché mio Figlio è la Luce del mondo e in Lui c’è pace e speranza“, recitava il suo messaggio.

Quindi, rinnovava l’invito a pregare per coloro che non hanno conosciuto l’amore di Gesù. “Affinché mio Figlio possa illuminare i loro cuori con la sua luce di amore e di speranza, e voi, figli miei, che Lui vi rafforzi e vi dia pace e speranza. Io sono con voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata“. Ora però ci si aspetta un nuovo abbraccio col messaggio di oggi 25 marzo. (agg. di Silvana Palazzo)

L’APPARIZIONE A IVAN DRAGIGEVIC

In attesa di conoscere il messaggio della Madonna di Medjugorje, ancor più significativo con la guerra che devasta l’Ucraina, ci affidiamo a quello che nei giorni scorsi ha consegnato a Ivan Dragigevic proprio nel villaggio di Medjugorje. “È venuta da noi in un momento di grande sofferenza. Era il momento in cui il comunismo era al suo apice causando lo sconvolgimento delle nazioni, lo spogliamento della dignità umana e il massacro degli innocenti, compresi i religiosi e il clero“, ha spiegato il veggente.

Inoltre, ha rivelato che la Regina della Pace ha detto che suo figlio Gesù l’ha mandata per aiutarci. “Pace, pace e solo pace. Possa la pace regnare nel mondo; regni la pace nel cuore di ciascuno. La pace deve regnare tra Dio e l’uomo e tra tutti gli uomini“, questo il messaggio sintetizzato nelle parole della Madonna di Medjiugorje. Parole che devono risuonare nei cuori di tutti i fedeli, addolorati e disperati per quanto sta accadendo in Ucraina. Ma bisogna essere consapevoli di una cosa molto importante: “Dio ascolta le nostre grida; Lui è la nostra pace“. (agg. di Silvana Palazzo)

ATTESA PER IL MESSAGGIO MADONNA DI MEDJUGORJE E LA PACE

Il nuovo messaggio della Madonna di Medjugorje arriva oggi oggi 25 marzo nel giorno in cui la Chiesa celebra la Solennità dell’Annunciazione, ma soprattutto con il Papa che consacrerà Russia e Ucraina al Cuore Immacolato di Maria come atto di devozione per invocare la pace. Un giorno importante insomma per i fedeli di tutto il mondo che ancora di più attendono il messaggio della Madonna di Medjugorje, in periodi bui come questi con la luce della fede che accompagna la drammatica esistenza di milioni di persone direttamente coinvolte dalla «guerra ripugnante», come l’ha definita Papa Francesco nell’Angelus di domenica scorsa.

È atteso come sempre nella serata di oggi il messaggio della Madonna di Medjugorjee l’intenzione della Gospa affidato alla veggente Marija Pavlovic dopo la misteriosa e insondabile apparizione mensile: solo un mese fa, l’indomani dell’invasione della Russia in Ucraina, la Madonna di Medjugorje scelse queste parole per la preghiera mondiale, «Cari figli! Sono con voi e preghiamo insieme. Figlioli, aiutatemi con la preghiera affinché satana non prevalga. Il suo potere di morte, odio e paura ha visitato la Terra. Perciò figlioli, ritornate a Dio, alla preghiera, al digiuno ed alla rinuncia per tutti coloro che sono calpestati, poveri e non hanno voce in questo mondo senza Dio. Figlioli, se non ritornate a Dio ed ai Suoi comandamenti, non avete futuro. Perciò ha mandato me a voi per guidarvi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata».

MIRJANA, L’ULTIMO MESSAGGIO DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE

Con l’atto di consacrazione Papa Francesco ha scelto di consegnare proprio alla Madre di Dio l’onere e il peso di intercedere presso le coscienze e libertà degli attori in guerra per interrompere subito le ostilità: «Invito ogni comunità e ogni fedele a unirsi a me venerdì 25 marzo, Solennità dell’Annunciazione, nel compiere un solenne Atto di consacrazione dell’umanità, specialmente della Russia e dell’Ucraina, al Cuore immacolato di Maria, affinché Lei, la Regina della pace, ottenga al mondo la pace», ha annunciato all’Angelus di domenica il Santo Padre. Richiesta di conversione, preghiera, digiuno e offerta a Dio sono da sempre le “condizioni” che emergono dal messaggio di Medjugorje, non da meno in questi periodi di profondo sgomento per una guerra alle porte dell’Europa.

Come ha spiegato la stessa Gospa nell’apparizione annuale all’altra veggente di Medjugorje, Mirjana Dragicevic Soldo – un’apparizione all’anno, nel giorno del suo compleanno il 18 marzo – «Con amore materno vi invito a guardare verso mio Figlio, pieni di forza, fede e fiducia. ApriteGli i vostri cuori e non temete. Perché mio Figlio è la Luce del mondo ed in Lui è la pace e la speranza. Perciò vi invito di nuovo, di nuovo a pregare per i miei figli che non hanno conosciuto l’amore di mio Figlio affinché mio Figlio con la luce del Suo amore e speranza illumini anche i loro cuori e rafforzi voi, figli miei, e vi doni  pace e speranza. Sono con voi».

L’unità della Madonna con la pace di Cristo sono l’unico vero “strumento” in grado di vincere il male sgorgato così prepotentemente ormai da un mese: «la guerra è anche sacrilega, perché va contro la sacralità della vita umana, soprattutto contro la vita umana indifesa, che va rispettata e protetta, non eliminata, e che viene prima di qualsiasi strategia! Non dimentichiamo: è una crudeltà, disumana e sacrilega! Preghiamo in silenzio per quanti soffrono», osserva Papa Francesco.





© RIPRODUZIONE RISERVATA