Michael Schumacher, 52 anni oggi/ Compleanno ‘silenzioso’ a 7 anni dall’incidente

- Davide Giancristofaro Alberti

Compie oggi 52 anni Michael Schumacher, stella della Formula 1 che da 7 anni è costretto a letto a seguito di un gravissimo incidente con gli sci

Schumacher e Todt Ferrari Formula 1
Diretta Formula 1: Michael Schumacher. Si onora la storia Ferrari (LaPresse)

Compie oggi 52 anni il grande Michael Schumacher. Il “Kaiser” nasceva infatti il 3 gennaio del 1969, e per anni questa giornata, soprattutto per i fan della Ferrari, ha rappresentato un giorno di festa, il preludio alla stagione di Formula 1 che sarebbe iniziata nel giro di un paio di mesi, e che avrebbe visto il pilota tedesco come sempre protagonista. Ma da poco più di sette anni a questa parte, il compleanno del sette volte campione del mondo non è più lo stesso, precisamente dal 29 dicembre 2013, quando l’ex pilota di Jordan, Benetton, Ferrari e Mercedes cadde con gli sci sulle nevi di Maribel, entrando in coma e sparendo di fatto dalla vita pubblica.

Da sette lunghi anni non si sa praticamente nulla delle condizioni fisiche di Schumi, per volere della famiglia, che ha sempre chiesto il massimo riserbo, chiedendo il rispetto della privacy. Tante le speculazioni che sono emersi negli ultimi tempi, ma per quel poco che sappiamo, Schumacher sarebbe a letto, assistito praticamente 24 ore su 24 e cosciente, ma il lontanissimo parente del grande sportivo che era.

MICHAEL SCHUMACHER, OGGI 52 ANNI: LA MOGLIE CORINNA SEMPRE AL SUO FIANCO

Quel 29 dicembre del 2013 il mondo si fermò, ed in particolare il “cuore rosso” di Maranello, con numerosi ferraristi che accorsero presso l’ospedale di Grenoble, dove Michael Schumacher ricevette le prime cure, e dove lo stesso venne ricoverato per qualche settimana, tenuto in coma farmacologico. Quindi il trasferimento, poi le dimissioni, e l’inizio di una lunga degenza casalinga sempre assistito dalla donna della sua vita, Corinna Betsch: “Amava le corse – ha spiegato la stessa poche settimane fa, in occasione della premiazione del marito ai Fia Awards per l’impegno dell’ex pilota nelle beneficenza – non aveva bisogno di una ragione per questo, era solo in lui. Era sempre motivato e aveva un grande cuore per le persone bisognose. È stato un piacere per lui fare tutte queste cose. Ed è per questo che è stata creata la fondazione ‘Keep Fighting’. Vogliamo continuare quello che lui ha iniziato”. Nonostante siano passati più di 7 anni, i fan non hanno mai smesso di apprezzare e amare Michael Schumacher con la speranza che ogni giorno sia quello buon per ricevere la tanto desiderata notizia: “Schumi si è ripreso, sta bene, e può tornare a guidare”. Chissà…

© RIPRODUZIONE RISERVATA