Michael Schumacher, condizioni di salute a 8 anni dall’incidente/ Come sta Schumi?

- Claudio Franceschini

Michael Schumacher, otto anni fa l’incidente sugli sci a Meribel del 7 volte campione di Formula 1. Da quel momento abbiamo avuto ben poche notizie su di lui e sulle condizioni di salute.

Michael Schumacher Ferrari podio vittoria lapresse 2021 640x300
Michael Schumacher: sono passati 8 anni dall'incidente sugli sci (Foto LaPresse)

MICHAEL SCHUMACHER, OTTO ANNI FA L’INCIDENTE SUGLI SCI

Sono passati 8 anni da quando Michael Schumacher ebbe quel terribile incidente sulle piste da sci di Meribel. Otto anni senza che, di fatto, si abbia qualche notizia concreta sullo stato di salute: sostanzialmente, la famiglia ha eretto un muro attorno a lui garantendone la privacy. Fin da subito: quello che oggi sappiamo è ben poco, ovvero che Michael Schumacher è ancora vivo e che sta lottando, come riporta chi almeno un minimo abbia un contatto con lui. Sono pochissime persone: tra queste Jean Todt, che ciclicamente viene intervistato per ripetere però gli stessi concetti.

Non perché ne abbia voglia, quanto perché lui stesso ha promesso di mantenere il riserbo: in una recente chiacchierata con la Bild ha semplicemente (ri)tessuto le lodi della moglie Corinna, “una donna meravigliosa”, e dei medici, affermando che grazie al lavoro congiunto di consorte e dottori Schumi è ancora vivo, ma la lotta contro la morte ha avuto delle conseguenze e sono proprio queste conseguenze che oggi si stanno affrontando. Di più non sappiamo, ed è giusto così: la famiglia ha chiesto privacy, le notizie non trapelano, noi però ovviamente vorremmo sapere quali siano le condizioni di salute di Schumacher.

COME STA MICHAEL SCHUMACHER?

Invece, oggi Schumi lo vediamo attraverso il volto dei figli: quello di Gina Maria che è diventata una campionessa di equitazione, ma soprattutto quello di Mick che ha seguito le orme di papà (e di zio Ralf), è diventato lui stesso un pilota e, dopo aver vinto il campionato di Formula 2, è riuscito a entrare nel circus di Formula 1 anche se, a causa di una Haas a dir poco disastrosa, ha chiuso il suo primo anno con zero punti. Dall’anno prossimo però sarà terzo pilota della Ferrari, insieme ad Antonio Giovinazzi: potrà dunque replicare quanto fatto da Michael Schumacher, che nel 1996 – già forte di due titoli – era arrivato a Maranello e dopo quattro anni aveva riportato il Mondiale piloti alla rossa, spezzando un’attesa di 21 anni.

Nel 2013, appena dopo aver smesso di correre – per la seconda volta – il terribile incidente sugli sci che lo ha portato ad un passo dalla morte; oggi le condizioni di salute di Michael Schumacher sono avvolte nelle nebbie del mistero, ma noi non possiamo fare altro che rispettare la volontà della famiglia, pregare per lui e sperare che le cose si risolvano, anche se ormai sono passati 8 anni e il poter rivedere Schumi come un tempo, sorridente e felice anche se lontano dal paddock, è uno scenario sempre più lontano dalla realtà. Tuttavia, mai dire mai…

© RIPRODUZIONE RISERVATA