Michelle Obama, candidata contro Trump?/ Tentazione di sostituire Biden: perché piace la moglie di Barack

- Davide Giancristofaro Alberti

Michelle Obama, torna a circolare con forza il nome dell'ex First Lady come candidata per i Democratici in vista delle elezioni Usa 2024

Trump e Michelle Obama Donald Trump con Michelle Obama nel gennaio 2017 (ANSA-EPA)

Torna a circolare la voce secondo cui Michelle Obama potrebbe candidarsi alle presidenziali Usa 2024 al posto di Joe Biden e sfidare a viso aperto Donald Trump, quello che è dato ad oggi il grande favorito per la corsa alla Casa Bianca. L’ultimo a far tornare in auge questa voce è stato l’avvocato repubblicano Zell secondo cui Joe Biden potrebbe ritirarsi, come già successo ad altri candidati anni addietro, e i Democratici chiamare in causa l’ex First Lady, con grandi chance di affondare il tycoon texano.

Fa specie come la voce di Michelle Obama candidata con i Democratici continui a tornare ciclicamente e prendendo in considerazione solo il 2024 si tratta della quarta volta in quasi cinque mesi. Le prime indiscrezioni sono scattate a fine gennaio, quando si diffuse l’indiscrezione secondo cui Michelle Obama “sarebbe uscita” allo scoperto in occasione della convention di agosto dopo un ritiro dell’attuale presidente degli Stati Uniti. A sganciare la bomba in quell’occasione fu il quotidiano conservatore New York Post, secondo cui Michelle era pronta a scendere in campo alla luce delle poche chance di rielezione di Joe Biden.

MICHELLE OBAMA, CANDIDATA CONTRO TRUMP? LO “SCOOP” DEL NY POST

“Obama ha sondato il terreno con i suoi donatori”, segnalava cinque mesi fa il NY Post, citando un’uscita pubblica di fine 2023 durante la quale la stessa Obama si era detta terrorizzata da una possibile rielezione di Trump. Ovviamente il tutto venne smentito ma poche settimane dopo, a febbraio, la voce tornò nuovamente d’attualità. In quel caso furono le condizioni fisiche e la memoria fallace di Biden a destare preoccupazione nei candidati Democratici e negli stessi esponenti del partito, che si ponevano domande su come l’attuale presidente avrebbe potuto reggere altri 4 anni alla guida del Paese.

Ed ecco che era tornato il Piano B, quello riguardante Michelle Obama. In quel caso fu però David Axelrod, colui che organizzò le due campagne elettorali di Barack, ha stoppare sul nascere ogni voce: “Lei non è una persona a cui piace la politica”, dicendosi sbalordito nel caso in cui dovesse verificarsi una sua discesa in campo e affermando come vi fossero maggiori possibilità di vedere lui ballare al Bolshoi che Michelle Obama candidarsi. Infine lo scorso mese di marzo, quando sono nuovamente circolate delle voci circa una sua candidatura e anche in quel caso vennero smentite.

MICHELLE OBAMA, CANDIDATA CONTRO TRUMP? L’ULTIMA SMENTITA

Fu Crystal Carson, direttrice delle comunicazioni del gabinetto di Joe Biden, a precisare alla NBC News che “La signora Obama sostiene il presidente Joe Biden e la vicepresidente Kamala Harris”, e “come ha già detto più volte, l’ex first lady Michelle Obama non si candiderà alla presidenza”.

In quei giorni alcuni repubblicani si dicevano certi che l’ex first lady sarebbe pronta a sostituire Biden, ma il rumor venne bollato come fake news. Michelle Obama piace per il suo carisma, per il suo aspetto di donna forte e tutta d’un pezzo, per il suo fatto di rappresentare una minoranza come quella afroamericana, e anche perchè potrebbe coronare il sogno di molti americani di vedere per la prima volta una donna alla Casa Bianca, ma questo sogno sembrerebbe destinato a restare tale, almeno per i prossimi 4 anni.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Usa

Ultime notizie