Mihajlovic nuovo allenatore Roma?/ Petrachi lo vuole, il Bologna aspetta la decisione

- Claudio Franceschini

Mihajlovic nuovo allenatore della Roma? Ci sarebbe il tecnico serbo del Bologna in pole position per la panchina giallorossa, nome caldo sponsorizzato dal prossimo DS Gianluca Petrachi.

mihajlovic bologna
Sinisa Mihajlovic (Foto LaPresse)

Sinisa Mihajlovic potrebbe diventare il nuovo allenatore della Roma: scelta questa che, secondo la redazione di Sky Sport, sarebbe caldeggiata in prima persona da Gianluca Petrachi che assumerà il ruolo di direttore sportivo giallorosso al posto di Monchi. Il serbo sarebbe al momento il favorito nei desideri: scavalcati anche i profili di Roberto De Zerbi e Marco Giampaolo, mentre come sappiamo Gian Piero Gasperini si è accordato con l’Atalanta per proseguire la sua avventura orobica e giocarsi la Champions League. Mihajlovic è artefice di un piccolo capolavoro a Bologna: ha preso in mano una squadra terzultima in classifica e l’ha condotta alla salvezza con un turno di anticipo, chiudendo in decima posizione. La società felsinea aspetta la sua risposta: naturalmente i rossoblu vogliono confermarlo ma le ambizioni del serbo potrebbero condurlo altrove, appunto a prendere il posto di Claudio Ranieri sulla panchina di una Roma che ripartirà dai preliminari di Europa League, e che vuole costruire un progetto che duri nel tempo. Per di più Mihajlovic, che ha un passato importante con la Lazio, vive a Roma da 20 anni ed è anche un ex, avendo mosso i suoi primi passi italiani nella squadra giallorossa.

MIHAJLOVIC NUOVO ALLENATORE ROMA?

Sinisa Mihajloivic infatti è stato un acquisto della Roma nel 1992: aveva appena vinto la Coppa dei Campioni con la Stella Rossa che lo aveva acquistato dal Vojvodina a stagione in corso (l’anno prima) e come tanti altri compagni aveva dovuto lasciare una Jugoslavia straziata dalla guerra e in disgregamento. Mihajlovic arrivò alla Roma come centrocampista di fascia sinistra, dotato di un mancino devastante: Vujadin Boskov e Carlo Mazzone lo fecero giocare da esterno portandolo anche a ricoprire il ruolo di terzino, la svolta sarebbe arrivata con Sven-Goran Eriksson che prima lo trasformò in difensore centrale nella Sampdoria, poi lo portò alla Lazio dove il serbo fu determinante per vincere scudetto, Coppa delle Coppe e Supercoppa Europea (ma anche due volte la Coppa Italia e due la Supercoppa Italiana). In Italia ha allenato anche Catania, Fiorentina, Sampdoria, Milan (esonerato non prima di aver raggiunto la finale di Coppa Italia) e appunto Torino, dove ha avuto modo di lavorare con Petrachi. Il quale a gennaio non ha esitato a mandare in prestito a Bologna Lyanco e Simone Edera, a conferma della stima verso il Mihajlovic allenatore: oggi il rapporto potrebbe tornare di attualità nella Roma, e dunque il serbo passa in pole position nelle gerarchie dei giallorossi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA