MILANO, PARCO DELLE CAVE: DONNA VIOLENTATA DA 3 UOMINI/ Priva di sensi, salvata da…

- Dario D'Angelo

Una donna di 54 anni priva di sensi è stata violentata da 3 uomini al Parco delle Cave a Milano. Un passante sfida i molestatori e…

carabinieri 2 lapresse1280 640x300
(LaPresse)

Una donna di 54 anni, priva di sensi, è stata violentata da tre uomini mentre era riversa su una panchina al Parco delle Cave a Milano. A salvarla è stato un passante, accortosi di ciò che stava accadendo a pochi passi di distanza, che ha deciso di sfidare i tre malfattori: un italiano di 60 anni, un ucraino di 44 e un moldavo di 43. Aggredito a sua volta dai tre, l’uomo a quel punto ha pensato bene di allertare le forze dell’ordine, che si sono precipitate sul posto nel giro di qualche minuto. Giunti al Parco delle Cave intorno alle ore 18:30 di ieri, lunedì 24 agosto, gli agenti si sono trovati dinanzi ad una scena agghiacciante: la donna, 54 anni, era priva di sensi probabilmente a causa dell’alcol assunto poco prima. A troneggiare su di lei i tre uomini, intenti a palpeggiarla sulla panchina come niente fosse.

DONNA DI 54 ANNI PRIVA DI SENSI VIOLENTATA DA 3 UOMINI A MILANO

Alla vista degli agenti, uno dei tre uomini, il 60enne italiano, si è dato alla fuga: diverso l’atteggiamento dei cittadini dell’Est-Europa, che non hanno voluto saperne di smettere di toccare la donna – ignara di tutto – in diverse parti del corpo. Grazie al passante che ha allertato i soccorsi è stato possibile ricostruire l’accaduto: l’uomo, infatti, ha assistito a tutta la scena prima di provare ad intervenire personalmente. Dal suo racconto parrebbe che la donna sia arrivata al Parco delle Cave insieme al 60enne italiano: insieme a lui avrebbe iniziato a bere fino a quando la coppia non è stata raggiunta dagli altri due uomini. Probabilmente sopraffatta dall’alcol, la donna avrebbe successivamente perso i sensi, restando alla mercé delle aggressioni di natura sessuale dei molestatori. Soccorsa dal 118, la donna è stata trasportata alla Clinica Mangiagalli per essere visitata.







© RIPRODUZIONE RISERVATA