ELETTI REGIONALI LOMBARDIA 2013/ I nomi, le preferenze, i voti e i seggi per i nuovi consiglieri

Elezioni regione Lombardia: vediamo città per città nelle varie circoscrizioni gli eletti al nuovo consiglio regionale con le singole preferenze

27.02.2013 - La Redazione
maroni_sfondo_pdl
Foto InfoPhoto

Il Pd ha ottenuto il 23,25% dei voti con 110,744 preferenze e, per la circoscrizione di Varese, è stato eletto Alessandro Alfieri con 5.252 preferenze, mentre il primo degli esclusi risulta essere Fabrizio Taricco con 2.123 voti. Nelle liste del Pdl, che ha ottenuto a Varese il 16,16% con 76.972 preferenze, è stato eletto Raffaele Cattaneo con 5.583 preferenze, mentre il primo dei non eletti risulta essere Luca Marsico con 4.230. Due eletti per la Lega Nord: si tratta di Fabio Rizzi, con 2.082 preferenze, e di Francesca Brianza, con 1.563 preferenze, mentre il primo dei non eletti risulta essere Emanuele Monti con 1298 preferenze. La lista Civica Ambrosoli non presenta alcun eletto della circoscrizione di Pavia, mentre il Movimento Cinque Stelle potrà contare su Paola Macchi che ha ottenuto 538 voti.

Il capoluogo della Valtellina manda in consiglio regionale un solo consigliere e cioè il leghista Ugo Parolo con 5136 voti.

Il Pd ha ottenuto il 25,59% dei voti con 76.257 preferenze e, per la circoscrizione di Pavia, è stato eletto Giuseppe Villani con 5.000 preferenze, mentre il primo degli esclusi risulta essere Daniele Bosone con 4.920 voti. Nelle liste del Pdl, che ha ottenuto a Pavia il 20,24% con 60.303 preferenze, è stato eletto Mario Melazzini con 6.706 preferenze, mentre il primo dei non eletti risulta essere Vittorio Pesato con 5.404. Un eletto per la Lega Nord: si tratta di Angelo Ciocca, il quale ha ottenuto 7.763 preferenze, mentre il primo dei non eletti risulta essere Silvia Piani con 689 preferenze. La lista Civica Ambrosoli non presenta alcun eletto della circoscrizione di Pavia, mentre il Movimento Cinque Stelle potrà contare su Iolanda Nanni, che ha ottenuto 790 preferenze.

Cinque eletti per il Partito democratico. Fabio Pizzul ottiene 8344 preferenze, Rocco D’Avolio 7024, Onorio Rosati 6727, Carlo Borghetti 4992 e Sara Valmaggi 4552. Primo non eletto è Pietro Bussolati. Nella lista Maroni presidente eletto Marco Tizzoni con994 preferenze, Stefano Galli con 307, Carolina Toia con 287, Maria Teresa Baldini con 274 e Antonio Saggese con 194. Primo non eletto Maddalena Colombo con 158 voti. Per il Pdl eletti Mario Mantovani con 12972 voti, Luca Del Gobbo con 9120, Alessandro Colucci con 7164, Fabio Altitonante con 5723, Giulio Gallera con 5600. Primo non eletto Luigi Paglicua con 2776. Nel M5S eletti Silvana cardano con 7743 voti, Eugenio Casalino con 528, Stefano Buffagni con 423 voti, primo non eletto Eleonora Evi con 340 preferenze. La lista patti covino Ambrosoli manda in consiglio Lucia Castellano con 5998 preferenze e Paolo Micheli con 1445. Primo non eletto Daniela Mainini con 1056 voti. Per la Lega nord eletti Fabrizio Cecchetti con 4482 voti e Jari Colla con 1808. Primo non eletto Simone Gelli con 1382. Eletto per il Partito dei pensionati Elisabetta Fatuzzo con 118 voti, primo non eletto Rosario Portolesi con 40 voti. Fratelli d’Italia manda in consiglio l’ex vice sindaco di Milano Riccardo De Corato con 2207 voti, primo non eletto Nicolò Mardegan con 1863 voti. 

Il Pd ha ottenuto il 25,84% dei voti con 125.038 preferenze e, per la circoscrizione di Monza e della Brianza, sono stati eletti Laura Barzaghi con 4.429 preferenze e Enrico Brambilla con 4.403 preferenze. Nelle liste del Pdl, che ha ottenuto a Monza e Brianza il 17,99% con 87.052 preferenze, vengono eletti Fabrizio Sala con 4.966 e Stefano Carugo con 4.222 preferenze, mentre il primo dei non eletti risulta essere Antonio Domenico Romeo. Un eletto per la Lega Nord: si tratta di Massimiliano Romeo, il quale ha ottenuto 2.387 preferenze, mentre il primo dei non eletti risulta essere Luca Santambrogio con 799 preferenze. La lista Civica Ambrosoli non presenta alcun eletto della circoscrizione di Cremona, mentre il Movimento Cinque Stelle potrà contare su Gianmarco Corbetta, che ha ottenuto 616 preferenze.

Il Pd ha ottenuto il 27,87% dei voti con 56.839 preferenze e, per la circoscrizione di Cremona, è stato eletto Agostino Alloni con 5.289 preferenze. Nelle liste del Pdl, che ha ottenuto a Cremona il 19,27% con 39.301 preferenze, viene eletto Salvatore Malvezzi con 2.985, mentre il primo dei non eletti risulta essere Giacomo Jotta. Un eletto per la Lega Nord: si tratta di Federico Lena, il quale ha ottenuto 805 preferenze, mentre il primo dei non eletti risulta essere Elisabetta Bernadetta con 282 preferenze. La lista Civica Ambrosoli non presenta alcun eletto della circoscrizione di Cremona, come anche il Movimento cinque stelle che aveva presentato Paride Crotti, 232 preferenze, Matteo Della Noce, 204 preferenze, e Anna Sari, 149 preferenze.

Il Pd ha ottenuto il 22,67% dei voti con 138.296 preferenze. Sono stati eletti Maurizio Martina, 35 anni, di Mornico al Serio segretario regionale del Pd con 7944 preferenze e Jacopo Scandella, 25 anni, di Clusone, con 4569 preferenze. Nelle liste del Pdl vengono eletti Angelo Capelli con 7190 preferenze; Alessandro Sorte con 286 preferenze, primo non eletto è Gianantonio Arnoldi con 1276 preferenze. Un eletto per la Lega nord Roberto Anelli con 3249 voti, primo non eletto Silvana Santisi con 2168 preferenze. La lista Civica Ambrosoli ha eletto l’ex sindaco di Bergamo Roberto Bruni con 3611 preferenze; primo non eletto è Mariarosa Perico con 1848 preferenze. Infine il Movimento cinque stelle ha eletto Dario Violi con 555 preferenze, primo non eletto Michela Belotti con 395 preferenze. 

Il Pd risulta il primo partito cittadino con il 23,57% dei voti, seguito dalla Lega nord con 16,45% e Popolo della libertà con il 15,77%. Vediamo nel dettaglio gli eletti con le loro preferenze. Il Pd manda in consiglio regionale Gian Antonio Girelli con 9310 preferenze e Corrado Tommasi con 8470. Primo die non eletti è Antonio Vivenzi con 4765 preferenze. La Lega Nord elegge Fabio Rolfi con 5912 preferenze e Donatella Martinazzoli con 1766, il primo dei non eletti è Marco Bassolini con 1739 voti. Per la lista Maroni presidente entrano in consiglio regionale Alessandro Sala con 2700 preferenze e Fabio Fanetti con 1256. Primo die non eletti è Gianluigi Lussana con 382 voti. Per il Pdl eletti Alberto Cavalli con 9850 preferenze seguito da Mauro Parolini con 4955, primo non eletto Giampaolo Mantelli con 2549 voti. Giampietro Maccabiani con 302 preferenze è l’eletto del M5S, primo non eletto Magda Andreola con 275. La lista Patto civico Ambrosoli elegge Michele Busi con 1665 preferenze, primo non eletto è Paola Abondio con 1119 voti. 

Anche a Como primo partito è il Pd con 75.256 voti seguito dal Pdl con 58.659. Vediamo gli eletti. Gli eletti sono per la Lega Nord Dario Bianchi con 3671 preferenze e Erica Rivolta con 1187, primo non eletto Elio Rimoldi con 1055. Per il Pdl eletto Alessandro Fermi con 6243 preferenze, primo non eletto Patrizio Tambini con 2794 voti. Eletto per Fratelli d’Italia Francesco Dotti con 1357 preferenze, primo non eletto Maria Manzeni con 667. Infine va in consiglio regionale Luca Gaffuri del Pd con 6353 preferenze, primo non eletto è Savina Marelli con 3108 preferenze. 

Un solo consigliere eletto nella città di Lecco e cioè l’esponente del Pdl Mauro Piazza che ha ottenuto 3421 preferenze. Primo die non eletti Virginia Tentori con 813 voti. 

 Eletto in consiglio regionale, per la Lega nord, Pietro Foroni con 1647 preferenze, primo non eletto Barbara Negri con 59 voti. Per il Pdl eletto invece Claudio Pedrazzini con 250 preferenze, primo non eletto Paola Pozzi con 735 preferenze. 

Due eletti in consiglio regionale. Anna Lisa Baroni del Pdl con 1789 preferenze (primo dei non eletti Gilberrto Sogliani con 719 voti) e Marco Carra del Pd con 3234 preferenze, primo non eletto Sara Yahia con 3102 voti.

I commenti dei lettori