Monica Guerritore/ “Mi è sempre piaciuto fare la mamma” (Le Ragazze)

- Emanuele Ambrosio

Monica Guerritore è tra le protagoniste de Le Ragazze, il programma di Rai3 che racconta l’evoluzione del Paese attraverso figure femminili

monica guerritore
Monica Guerritore a Vieni da me

Monica Guerritore è una delle protagoniste de Le Ragazze, il programma di Rai3 che racconta l’evoluzione del Paese, decennio dopo decennio, tramite alcune figure femminili rappresentative di un aspetto storico o sociale del decennio di cui fanno parte siano esse famose oppure sconosciute. Nella prima puntata a rappresentare un decennio c’è la bravissima attrice di cinema, teatro e tv che pochi mesi fa è stata una delle prime artiste a scendere in campo per difendere la categoria dei lavoratori del mondo dello spettacolo fortemente colpiti dalla pandemia da Coronavirus. “Presidente, le chiedo di difendere la possibilità di raccontare chi siamo o chi stiamo diventando dopo che il nostro universo interiore è stato scosso, disassato” – ha scritto l’attrice in una lettera indirizzata al Premier Giuseppe Conte in un momento mai così buio per il mondo del teatro. L’attrice si è fatta portavoce anche di un’idea innovativa: portare il teatro in tv.

“Per non farlo morire e per una forma di solidarietà a vantaggio di compagnie, tecnici e maestranze che non stanno lavorando e non lavoreranno per mesi. Sono partita dall’immagine dolorosa delle scenografie pronte, montate e lasciate lì, i costumi sulle sedie nei camerini” ha detto l’attrice in una intervista rilasciata a Io Donna precisando “penso a nuove produzioni video di grandi testi teatrali ma da registrare negli studi televisivi, usando le tecniche digitali”.

Monica Guerritore, l’attrice de La Lupa: “sono una creatura del Sud”

Monica Guerritore è una delle attrici più brave del panorama artistico italiano. Attrice di teatro, cinema e tv, la Guerritore è anche una mamma di due splendide figlie. Intervistata da quotidiano.net parlando proprio del suo ruolo di madre ha dichiarato: “sono una creatura del Sud: mio padre napoletano, mia madre calabrese. Evidentemente, c’è una memoria culturale della maternità che vive in me. Mi piace, mi è sempre piaciuto fare la mamma”. Nonostante il successo e la carriera di attrice che la portavano spesso in giro per il mondo, la Guerritore ci è sempre stata per le sue figlie: “mi svegliavo, ogni giorno, prima che andassero a scuola, per guardarmele. E la domenica, dopo la pomeridiana dello spettacolo, in qualunque città d’Italia fossimo, tornavamo a casa e fino al lunedì mattina le avevamo nel lettone con noi”. Non solo famiglia, la Guerritore ha anche svelato qualche piccola anticipazione sul prossimo progetto: la fiction dedicata a Francesco Totti dove interpreterà la madre dell’ex campione della Roma.

“Sono Fiorella, la madre di Francesco. Una donna che ha avuto – ed ha – un grande ruolo nella vita di suo figlio. È stata lei, mamma Fiorella, a individuare per prima il talento di quel ragazzino; a portarlo agli allenamenti, ad imparare le lezioni a memoria per poi spiegargliele; ad asciugargli i capelli con il riscaldamento dell’auto” – ha detto l’attrice che parlando poi della sua assenza sul grande schermo ha detto: “a volte ho l’impressione di far paura ai registi. E invece non vorrei. Avrei un grande desiderio di lavorare con qualcuno dei grandi talenti del cinema italiano di oggi: Sorrentino, Garrone, Virzì, Tornatore. O anche i fratelli D’Innocenzo, che si sono affacciati da poco sulla scena del cinema italiano, ma con grande personalità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA