MORGAN CONTRO LEGGE “SALVA-SUICIDI”/ La replica: “Non è una burla, anzi!”

- Dario D'Angelo

Lo sfogo di Morgan sulla legge anti-suicidi dopo la morte dell’amico Franco Ciani: la replica di Gianmario Bertollo, fondatore del sito Legge3.it.

Morgan, al secolo Marco Castoldi
Morgan, al secolo Marco Castoldi (Instagram, 2019)

Dopo lo sfogo di Marco Castoldi, in arte “Morgan”, sulla legge “salva-suicidi” – da lui definita “un vero disastro” e “una burla” – in relazione alla morte dell’amico Franco Ciani, ecco arrivare la risposta per le rime del portale Legge3.it, che da anni aiuta privati e aziende a tirarsi fuori da situazioni di sovraindebitamento, proprio grazie agli strumenti normativi introdotti dalla legge contestata da Morgan. Il fondatore del sito, Gianmario Bertollo, ha commentato: “Il post Facebook in questione è stato scritto da un uomo che sta soffrendo per una tragica perdita. La Legge Salva Suicidi, come ogni documento, non è perfetta, ma certamente non è affatto una burla, anzi! Da quando fu emanata, la Legge ha subito delle modifiche volte a semplificarla, e in questi anni ha permesso a moltissime persone di uscire dall’incubo dei debiti, vedendo stralciare cartelle esattoriali o rateizzare e ridurre l’importo dei debiti. Io stesso ho seguito con successo centinaia di casi in questi anni, vedendo tornare a sorridere i miei assistiti, alla fine di un percorso che, certamente, è tutt’altro che semplice”.

MORGAN CONTRO LEGGE “SALVA-SUICIDI”: LA REPLICA

Gianmario Bertollo ha continuato con il suo intervento a difesa della legge “salva-suicidi”: “Ciò che è accaduto al povero Ciani è terribile. Non conosco il suo caso e non so se egli avesse i requisiti per accedere ai benefici offerti da tale legge, ma credo che ogni volta che una persona si toglie la vita in simili circostanze, pensando di non avere altra via di fuga, è sempre una sconfitta per tutta la società”. Poi la riflessione: “Questa vicenda pone, però, l’accento su una questione che credo sia molto importante: quella della comunicazione e della corretta informazione intorno alla Legge 3/2012. Renderne noto il contenuto, le modalità di accesso e come funziona è una cosa importantissima, così come promuovere una maggior attenzione alla gestione delle proprie finanze, invitando i cittadini a diffidare da truffe e investimenti audaci, proposti come ultrasicuri e di certo guadagno”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA