Morgan: “Ho scritto a Giorgia Meloni perché non è snob”/ “Non la voterò perché…”

- Josephine Carinci

Morgan rivela di aver scritto a Giorgia Meloni per avanzare delle critiche sul suo programma elettorale: “Ho contattato lei perché non è snob”

Morgan
Morgan (Foto: web)

Da giorni si susseguono dichiarazioni e indiscrezioni per le quali Morgan starebbe aiutando Giorgia Meloni a scrivere il proprio programma elettorale. Proprio il cantante, qualche giorno fa, aveva raccontato: “Sto consigliando Giorgia Meloni per il programma elettorale. Ho detto la mia sull’uso dei vocaboli, sulle parole che poi sono parte del mio mestiere. Anche sulla linea politica, qualcosina eh, ma non ne voglio parlare”. Le sue dichiarazioni hanno scatenato non poche polemiche, tanto che proprio la leader di Fratelli d’Italia è intervenuta per chiarire la situazione.

La Meloni ha infatti spiegato a RTL 102.5: “No, non è vero che Morgan sta scrivendo il programma o che ci consiglia le parole. Ogni tanto ci scriviamo. L’altro giorno mi ha scritto di essere attenti al linguaggio nel programma, da lì è diventato che scrive il programma di Fratelli d’Italia”. Dunque dietro allo scambio di messaggi tra i due non ci sarebbe una collaborazione, bensì qualche consiglio da parte del cantante.

Morgan: “Ecco perché ho scritto alla Meloni”

Ora anche Morgan ha parlato nuovamente per chiarire una volta per tutte la situazione. Sulle pagine dell’Adnkronos, in esclusiva, il cantante ha chiarito i motivi dello scambio dei messaggi telefonici con la leader di Fratelli d’Italia: “Ho scritto personalmente a Giorgia Meloni le mie critiche pesanti al programma del suo partito. Ho letto per caso quel programma e ho fatto le mie contestazioni via Whatsapp dicendole che il vocabolario usato è fondamentale e che i ‘manganelli verbali’ non pagano. Adesso la finirete di dire stronz…?”.

Nonostante i consigli dati alla leader di FDI, Morgan ha dichiarato che non sarà lei la sua scelta nelle elezioni del 25 settembre: “Non voterò per la Meloni, sono un anarchico”. Lo scambio di messaggi, però, c’è stato proprio con lei perché “è molto meno snob” degli altri leader politici e “se la tira di meno”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA