Morte regina Elisabetta II: svelato protocollo/ Cosa prevede: spoglie, successione e…

- Alessandro Nidi

“Operazione London Bridge”: il protocollo per la gestione dei momenti successivi alla morte della regina Elisabetta II. Ecco cosa accadrà

Regina Elisabetta lady diana
Regina Elisabetta (LaPresse)

La morte della regina Elisabetta II rappresenta uno dei tempi più chiacchierati nel Regno Unito e non solo. La sovrana, 95 anni, gode fortunatamente di ottima salute, ma non è un mistero che già da tempo siano stati avviati i preparativi per la sua dipartita, in modo di disporre di un protocollo pronto all’uso e denominato “Operazione London Bridge“. A indagare ulteriormente su quest’ultimo è stato il portale Politico.eu, che ha diffuso alcuni documenti riservati di cui è riuscito a entrare in possesso.

Innanzitutto, si sa che la frase “chiave” che annuncerà il decesso della regina è “London Bridge is down”, che, tradotta in italiano, suona così: “Il ponte di Londra è caduto”. Un accostamento all’iconica infrastruttura presente nella City all’ombra del Big Ben. Qualcuno ha suggerito che quanto “andato in scena” in occasione della scomparsa del principe Filippo sia stata, di fatto, la prova generale del cerimoniale che si terrà, ovviamente con alcune variazioni e “personalizzazioni”, quando la regina Elisabetta II verrà a mancare.

MORTE REGINA ELISABETTA II: COSA ACCADRÀ SUBITO DOPO?

In base a quanto rivelato da Politico.eu, alla morte della Regina Elisabetta II tutti i siti ufficiali del Governo britannico e gli account social verranno oscurati, non saranno aggiornati e “non potranno ritwittare nulla, mostrando foto profilo nere”. L’omaggio alle spoglie della regina sarà consentito 23 ore al giorno per 72 ore consecutive, con visite in fasce orarie e biglietti speciali per i vip. Il lutto durerà per dieci giorni, arco temporale al termine del quale avranno luogo i funerali.

Il giorno della cerimonia funebre si chiamerà “D-day”, mentre la bandiera britannica presente al civico 10 di Downing Street dovrà obbligatoriamente essere calata a mezz’asta entro un limite di tempo non superiore ai dieci minuti dall’annuncio dell’addio alla regina. Qualora questo non accadesse, il documento prevede “ondate di grande rabbia popolare”. Infine, i parlamenti nazionali e locali saranno sospesi e l’intero Paese rispetterà due minuti di silenzio, prima di conoscere il loro nuovo sovrano: alle ore 18 del giorno in cui morirà la regina, Carlo sarà ufficialmente re e terrà un discorso alla nazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA