Motta, marito Carolina Crescentini/ “Sempre stati uniti come coppia”

- Emanuele Ambrosio

Motta è il marito di Carolina Crescentini, l’attrice di Mare fuori, la serie in partenza su Rai2: “insieme abbiamo lavorato alla colonna sonora di un film”

Motta
MOTTA (credits Claudia Pajewski)

Motta è il marito di Carolina Crescentini, l’attrice protagonista di “Mare fuori”, la nuova serie in partenza da mercoledì 23 settembre 2020 in prima serata su Rai2. La coppia è felicemente sposata da un anno, un anniversario che la bellissima attrice ha voluto festeggiare con un pensiero speciale condiviso su tutti i social. “Un anno fa. Buon anniversario amore mio” – ha scritto l’attrice sui social postando anche alcune foto dell’album di nozze di un matrimonio segreto che, i diretti interessati, hanno definito come “country punk”. La coppia, infatti, ha voluto sposarsi in gran segreto con una cerimonia privatissima e molto intima tenutasi in un resort della Maremma Toscana con pochissimi invitati. Una scelta che conferma la volontà della coppia di vivere il proprio amore lontano dai riflettori e dal mondo del gossip. Del resto la loro storia d’amore, nata nel 2017, è rimasta segreta per diversi anni. Poi il cantautore è approdato a Sanremo, mentre l’attrice al Festival del Cinema di Venezia conquistando le copertine di diversi settimanali. In realtà Motta e Carolina Crescentini si sono sposati prima in gran segreto a New York all’ombra della Statua della Libertà. Un “si” romantico che la coppia ha tenuto a lungo nascosto.

Motta: “Carolina Crescentini? La coinvolto spesso nel mio lavoro”

Motta non è solo il marito di Carolina Crescentini, ma anche un cantautore impegnato. Intervistato da Huffingtsonpost (data 23 settembre 2019), il cantautore romano ha raccontato quanto fare dischi rappresenti per lui un momento catartico: “fare dischi è una sorta di terapia, anche se ora sto avendo un approccio diverso alle nuove canzoni. Adesso mi sto anche divertendo a scrivere. Sono stanco di andare a letto scontento. Io voglio andare a letto contento perché è tutta la vita che voglia fare questo mestiere. Il disco rappresenta una autoanalisi rispetto a quello che mi succede e alle situazioni non risolte. E risolvere certe cose con se stessi non è certo divertente”. Infine impossibile non parlare della compagna di vita con cui condivide anche la passione per la musica: “siamo sempre stati uniti come coppia, ora più di prima. Mi capita spesso di coinvolgerla nel mio lavoro e lei mi da degli spunti. Io provo a fare altrettanto ma non sono bravo quanto lei. C’è una cosa che abbiamo fatto insieme, lei come attrice e io come autore della colonna sonora. Uscirà l’anno prossimo ed è stato bello lavorare per lo stesso risultato con Carolina”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA