Vasco Rossi / “Continuerò a fare concerti, ma il rock rinascerà tra i giovani”. E sui bagarini…

- Fabio Morasca

Vasco Rossi ha parlato del suo nuovo tour e della cittadinanza onoraria concessa dal comune di Modena con un’intervista rilasciata al quotidiano La Stampa.

vasco_rossi_web
Vasco Rossi

Sono tante le montagne che Vasco Rossi ha dovuto superare, tra cui gli attacchi per il secondary ticketing. Il rocker per garantire la sua onestà ai fans ha cambiato organizzazione e metodo di vendita di quei 225mila biglietti. Non è stato affatto facile: «È stato in effetti disastroso. Ci siamo trovati a dover ricominciare tutto da capo. Abbiamo individuato Best Union, una multinazionale bolognese, tra l’altro, che vende biglietti in tutto il mondo. Attraverso Viva Ticket abbiamo creato i biglietti nominali, trasparenti e tracciabili. E tutto è andato alla perfezione. Quest’anno è di nuovo Viva Ticket ad avere l’esclusiva», ha assicurato Vasco Rossi. L’artista nell’intervista a La Stampa ha precisato che l’unico che viene truffato in realtà è l’artista. Intanto «la politica deve ancora risolvere il problema dei bagarini». Vasco ha parlato però anche del futuro del rock, che non è un retaggio per persone di una certa età: «Ha delle chances, e notevoli. È una forma musicale troppo potente. Il rock rinascerà sempre fra i giovani: come se non l’avessero mai fatto, né sentito». (agg. di Silvana Palazzo)

VASCO ROSSI, “CONTINUERÒ A FARE CONCERTI COME BOB DYLAN”

Vasco Rossi ha parlato del suo nuovo tour con un’intervista concessa al quotidiano La Stampa. Il nuovo tour del rocker di Zocca si chiama VascoNonStop Live 2018: Vasco Rossi si esibirà in cinque stadi durante il mese di giugno 2018. Si comincerà con due date allo Stadio Olimpico di Torino (1-2 giugno), si continuerà con altre due date allo Stadio Euganeo di Padova (6-7 giugno), due date allo Stadio Olimpico di Roma (11-12 giugno), due concerti allo Stadio San Nicola di Bari (16-17 giugno) e la data finale allo Stadio San Filippo di Messina (21 giugno). Il concerto del Modena Park, quindi, non è stato il concerto d’addio come, in molti, avevano invece pronosticato. Con queste dichiarazioni, il rocker ha manifestato la sua volontà di continuare ad esibirsi dal vivo: “Andremo da Nord a Sud. Ci ho pensato, ho deciso. Continuerò a fare concerti perché vedo che alla gente piace, e a me anche. Lo fa Bob Dylan, lo potrò fare pure io”.

VASCO ROSSI: IL NUOVO TOUR SENZA GUIDO ELMI

Questo tour sarà il primo che Vasco Rossi affronterà senza il produttore Guido Elmi, scomparso nel luglio 2017. Il Blasco ha parlato di chi sarà il suo sostituto: “Mi aiuterà Vince Pastano. Un grande talento, con energia e molte cose da dire. Ma lo spirito di Elmi sarà sempre dentro di me”. Parlando del Modena Park, invece, a posteriori, Vasco Rossi ha dichiarato che la città di Modena, della quale ha ricevuto la cittadinanza onoraria, era un po’ spaventata inizialmente di questo progetto ma il rocker ha dichiarato che Modena è una citta alla quale piacciono le sfide. Sempre soffermandosi sul Modena Park e sullo scandalo del secondary ticketing scoperto da Le Iene, Vasco Rossi ha dichiarato che, anche per questo nuovo tour, l’esclusiva sarà affidata a Viva Ticket: “Per Modena Park, abbiamo creato i biglietti nominali, trasparenti e tracciabili. E tutto è andato alla perfezione”. Secondo il cantautore, la politica dovrebbe anche occuparsi del problema dei bagarini.

VASCO ROSSI: LA CITTADINANZA ONORARIA DI MODENA

Vasco Rossi, quindi, ha parlato anche di Roberto De Luca, presidente di Live Nation, svelando i motivi per i quali sta continuando a lavorare con lui: “È con me da vent’anni, ha sempre lavorato in modo perfetto, senza mai un danno. Gli ho tolto la possibilità di vendere biglietti ma dal punto di vista organizzativo non ci sono mai stati problemi”. Parlando del rock in generale, invece, Vasco Rossi ha dichiarato che questo genere resta ancora una forma musicale molto potente e che i giovani continueranno a riscoprirlo come se non fosse mai esistito prima. Tornando alla cittadinanza onoraria di Modena, infine, Vasco Rossi ha ricevuto le chiavi della città, ovviamente, dopo l’evento Vasco Modena Park che ha riunito 225mila spettatori paganti, risultando il concerto di un singolo artista con il maggior numero di spettatori paganti nella storia della musica. La consegna delle chiavi da parte dell’amministrazione comunale avverrà oggi, 17 gennaio 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori