Lucho Gatica, morto il re del bolero/ Video, ultime notizie: cantò “Besame mucho” e “Sinceridad”

- Paolo Vites

E’ morto Lucho Gatica, l’artista cileno definito il re del bolero. La sua musica romantica e sensuale era conosciuta in tutto il mondo, ispirò anche Paul McCartney

Lucho Gatica
Lucho Gatica con Elvis Presley

Chissà quante coppie hanno ballato la sua musica senza neanche sapere chi fosse l’autore. Lucho Gatica in Italia era piuttosto sconosciuto, ma non la sua musica: era stato definito re del bolero. Originario del Cile (era nato l’11 agosto 1928 a Rancagua, orfano di padre a 3 anni in una famiglia con altri 7 fratelli molto povera) ma viveva in Messico da circa 50 anni. Il suo pezzo più famoso, conosciuto in tutto il mondo e inciso da centinaia di artisti tra cui Elvis Presley, era Bésame mucho, pezzo romantico per eccezione, che tutti nella vita hanno ascoltato almeno una volta. Paul McCartney ammise di essersi ispirato a lui quando scrive And I love her, uno dei suoi brani più romantici.

FAMOSO IN TUTTO IL MONDO

E Gatica esprimeva proprio questo con la sua voce morbida: sentimento romantico. Il successo gli arrise negli anni 50 con una serie infinita di dischi: Me importas tú (M’importi tu) (1951), Contigo en la distancia (Con te nella distanza) (1952), Bésame muchoLas muchachas de la Plaza España (Le ragazze della Piazza Spagna) e Sinceridad (1953), No me platiques mas (Non parlare più), il suo primo successo in Messico, Tu me acostumbraste (Tu mi abituasti) (1957) e Voy a apagar la luz (1959). Andò in tournée in tutto il mondo, compreso il medio oriente, poi negli anni 70 smise di incidere dischi ma la sua fama rimase uguale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA