Tomorrowland a Monza, 13mila in festa/ Video, festival di musica elettronica: show per la serata di chiusura

Tomorrowland a Monza, 13mila in festa: ultime notizie, sbarca al Parco lombardo il festival di musica elettronica, serata di chiusura in Belgio al parco de Schorre

concerto_pixabay_01
Concerto, foto

Tomorrowland a Monza: 13mila in festa al Parco lombardo per il celebre festival di musica elettronica. Ieri, sabato 28 luglio 2018, migliaia di persone hanno preso parte al Unite with Tomorrowland, sbarcato per la prima volta in Italia. Dodici ore di musica: una maratona iniziata nel pomeriggio e terminata a notte fonda per ascoltare i numerosi artisti di fama internazionale, alternatisi sul palco per fare ballare e divertire i numerosissimi fans. E non sono mancati i top name: da David Guetta a Steve Angello, passando per Martin Garrix e Tiesto. Oltre alla musica elettronica, spettacolo regalato anche da giochi pirotecnici e scenografie da sogno: quest’anno il tema è legato al mondo sottomarino. E per partecipare alla grande festa del Parco di Monza le persone sono arrivate da ogni parte del mondo: stimate presenza da oltre cento diverse nazioni.

TOMORROWLAND, FESTA DI CHIUSURA

Questa sera è in programma la serata di chiusura dell’edizione del 2018: tutto pronto al parco de Schorre a Boom, cittadina del Belgio in cui è nato al festival della musica dance ed elettronica. Uno spettacolo che verrà trasmesso anche nel nostro Paese: appuntamento su Rai 4 a partire dalle ore 20.55, con la cerimonia che sarà commentata dalla speaker radiofonica Ema Stokholma e dal videomaker Gianluca Gazzoli. Grande attesa anche sui social network, ecco una carrellata di commenti su Twitter: “La musica è il solo passaggio che unisca l’astratto al concreto?? #tomorrowland #uniteitaly #tomorrowlandmonza #tomorrowlanditaly #festival #tb #besttime #bff #music”, “Bisogna andare a Tomorrowland almeno una volta nella vita”, “Raga figata Tomorrowland, e ovviamente ho pianto ad ogni tributo ad Avicii”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori