NCIS New Orleans 4/ Anticipazioni 7 giugno: Pride in manette, cos’è successo?

- Morgan K. Barraco

NCIS New Orleans 4, anticipazioni 7 giugno 2020, in prima Tv su Rai 2. Pride viene arrestato e portato in tribunale. La Wade paga la cauzione: chi lo ha tradito?

NCIS New Orleans 4
NCIS New Orleans 4, in prima Tv su Rai 2

NCIS NEW ORLEANS 4, DOVE SIAMO RIMASTI

NCIS New Orleans 4 ritorna con un nuovo episodio nella seconda serata di Rai 2 di oggi, domenica 7 giugno 2020, in prima Tv assoluta. Sarà il 23°, dal titolo “Scacco matto“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Sebastian (Rob Kerkovich) inizia a preoccuparsi per via dello strano comportamento di Tammy (Vanessa Ferlito), rimasta senza la sua migliore amica e inquilina. Anche se il ragazzo si offre di aiutarla, riceve un rifiuto. Tammy preferisce invece buttarsi nel lavoro per non pensare e si concentra così tanto sui casi da tralasciare tutto il resto. Quando il corpo di un tenente viene ritrovato da alcuni cacciatori, la squadra inizia ad indagare per scoprire le zone d’ombra nella vita di Sophie Kendrick. Tammy però collega il nuovo caso con un altro studiato durante gli anni a Quantico. Anche la scena del crimine sembra tutt’altro che una coincidenza: qualcuno aveva ripulito ma si era assicurato che il corpo venisse ritrovato. Tammy decide così di contattare la sua vecchia mentore, Claire McDermott (Deirdre Lovejoy), che accetta di aiutarla nel creare un profilo.

Indagando, Tammy realizza che il killer potrebbe aver ucciso dieci donne diverse negli ultimi dieci anni. Tutte le vittime erano all’apice del successo e alcuni dettagli spingono la squadra a credere che anche l’assassino sia una donna. In seguito, Tammy realizza che la killer è la McDermott e per questo diventa una possibile vittima. La professoressa però la rapisce e cerca di ucciderla, ma la squadra riesce a raggiungerla e liberarla. Un articolo accusa Pride (Scott Bakula) di abusare della sua autorità. Un dettaglio reale, visto che Dwayne è andato anche in terapia in passato per i suoi scoppi d’ira. L’articolo però lo preoccupa: molte persone potevano essere a rischio a causa del testo. Tammy e LaSalle (Lucas Black) indagano su un sospettato, analizzando i teorici della cospirazione. Crane (Mark Gessner) però li accusa di essere corrotti e poi confessa di aver agito contro Pride dopo aver visto il volto di Carsen Donner. Ha usato inoltre come informatrice la sorella di un uomo che Pride ha arrestato in passato. La donna però viene uccisa e Crane ne approfitta per sollevare un nuovo polverone. I federali iniziano quindi a chiedere che Pride dia le dimissioni e viene sollevato dal caso. Il leader della squadra però continua ad analizzare i fatti e risale fino a Marcus Green (Berto Colon), che ammette di aver ricevuto dei soldi per molestarlo. Rita (Chelsea Field) però lo avvisa che i piani alti vogliono la sua testa, mentre la squadra scopre grazie a Crane che il vero assassino è Max Burris (Donny Boaz).

NCIS NEW ORLEANS 4 ANTICIPAZIONI DEL 7 GIUGNO 2020

EPISODIO 23, “SCACCO MATTO” – Penultimo episodio per la quarta stagione e un appuntamento a metà per tutti gli appassionati della serie tv. In questa prima parte, seguiremo le tracce di Pride, arrestato e portato davanti al Gran Giurì. La dottoressa Wade decide di usare dei fondi per pagare la cauzione di Pride, nonostante l’importo sia molto alto. I due iniziano quindi ad indagare sul procuratore generale Eric Barlow, che pur di incastrare Dwayne ha deciso di lasciare Washington. La squadra scopre in seguito che Barlow è il figlio di Frank Dumet, un uomo che il padre di Pride conosceva molto bene. Dati i precedenti del genitore, il procuratore aveva deciso di usare il cognome della madre per non essere collegato a Dumet. Dato che Barlow è un osso duro, Pride decide di formare un team alternativo: convoca Crane, Halliday ed Elvis per non mettere la squadra in pericolo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA