Nicolò Zaniolo/ “Infortunio? Ho detto ‘No da capo!’, mai pensato di smettere”

- Davide Giancristofaro Alberti

Roma, Zaniolo è pronto a tornare in campo più forte che mai: “Non ho mai pensato di smettere, sto già facendo il conto alla rovescia”

Zaniolo Djidji Roma Torino lapresse 2020 640x300
Probabili formazioni Torino Roma, Serie A 37^ giornata (Foto LaPresse)

Il giovane centrocampista della Roma e della nazionale italiana, Nicolò Zaniolo, è pronto a tornare in campo più forte che mai. Nonostante abbia subito due infortuni gravissimi, l’ultimo pochi giorni fa, il talento giallorosso non si è fatto abbattere facilmente e lo ha fatto chiaramente capire intervistato stamane dal quotidiano Il Corriere dello Sport: “Cosa ho pensato quando ho scoperto che mi ero rotto il crociato? Sul momento non ho avuto nemmeno il tempo di pensare a qualcosa di preciso. Solo più tardi: nooo, di nuovo, ho appena finito di soffrire e mi tocca ricominciare daccapo”. Ora per il talento di casa Roma si prospetta un lungo periodo lontano dai campi, fra stop forzato e lenta riabilitazione.

ROMA, L’INTERVISTA DI ZANIOLO DOPO L’INFORTUNIO

Fino alla prossima primavera, infatti, il centrocampista offensivo non potrà rivestire le scarpe da gioco: “Sì, so già tutto e quindi so che sarà dura – le parole dello stesso Zaniolo – ma nello stesso tempo voglio credere che si tratti di un’esperienza formativa. Sto già facendo il conto alla rovescia. Continuo a ricevere messaggi, mi fanno piacere, mi stimolano, non rispondo a tutti perché sarebbe impossibile. Queste cose nel nostro lavoro possono accadere, io voglio solo tornare a fare in fretta quello che amo. Non ho mai pensato di smettere, neppure nell’istante in cui ho capito cosa mi era capitato di nuovo. Mi faccio forza, ma non riesco sempre a trattenere il malumore. La considero un’altra brutta esperienza che può aiutarmi a crescere. E poi ho finito le ginocchia, ho già pagato un conto salatissimo alla sfortuna”. Il giocatore si era infortunato lo scorso 12 gennaio in occasione di Roma-juventus, quindi era tornato in campo solamente il 5 luglio, dopo quasi sette mesi esatti. Il 7 settembre, durante la partita fra la nazionale azzurra e l’Olanda, il nuovo brusco stop a chiusura di un 2020 decisamente funesto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA