Nina Moric attacca Luigi Favoloso/ “Pena di morte per quello che hai fatto”

- Matteo Fantozzi

Nina Moric attacca Luigi Favoloso, la modella croata muove una pesantissima accusa su Instagram anche se non fa mai il nome del suo ex fidanzato. Ecco cosa ha scritto nelle storie.

Nina Moric
La showgirl Nina Moric

Continua la bagarre tra Nina Moric e Luigi Favoloso. La modella croata è tornata all’attacco nei confronti del suo ex fidanzato anche se non ha fatto chiaramente. Il suo sfogo è però chiaramente riferito all’ex gieffino con il quale sta portando avanti una querelle in tribunale per presunte violenze fisiche e psicologiche. Nelle storie di Instagram ha scritto a chiare lettere: “Col cavolo che scappi! Carlos testimonierà quello che tu gli hai fatto quando aveva solo dodici anni. Affronta il processo! Di cosa hai paura? Forse che tutti sappiano le tue perversioni? Non c’è scampo. Toccami tutto, ma non mio figlio”. Arrivano poi pesanti accuse di una possibile nuova fuga dell’uomo: “Zanzibar può aspettare e sappi che lì c’è la pena di morte per quello che hai fatto“. Al momento ancora non è arrivata una risposta da parte di Luigi Mario Favoloso.

Nina Moric attacca Luigi Favoloso, “nessuna vendetta, giustizia per un minore”

Nina Moric va avanti sulle storie di Instagram ad attaccare il suo ex Luigi Favoloso: “Non auguro a nessuna madre di sentire dalla bocca di suo figlio quelle verità. Se vuole scappare a Zanzibar faccia pure. Non cerco nessuna vendetta, ma giustizia per un minore per un fatto che si è poi ripetuto a diciassette anni. Rimani a Milano se hai ragione“. Sono sicuramente parole molto dure che lasciano sottintendere qualcosa di gravissimo e difficile da accettare e digerire. Sono pesantissime anche le critiche che arrivano dal web con alcuni che si schierano contro la modella croata rea di non aver parlato quando questi fatti sono accaduti, sempre se ne era a conoscenza. A Luigi Favoloso va ovviamente il beneficio del dubbio che lo porterà di fronte alla legge per avere diritto di replica.



© RIPRODUZIONE RISERVATA